Italia markets open in 6 hours 51 minutes
  • Dow Jones

    30.937,04
    -22,96 (-0,07%)
     
  • Nasdaq

    13.626,06
    -9,93 (-0,07%)
     
  • Nikkei 225

    28.715,46
    +169,28 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,2164
    -0,0004 (-0,04%)
     
  • BTC-EUR

    26.537,51
    -235,90 (-0,88%)
     
  • CMC Crypto 200

    651,51
    +4,18 (+0,65%)
     
  • HANG SENG

    29.391,26
    -767,75 (-2,55%)
     
  • S&P 500

    3.849,62
    -5,74 (-0,15%)
     

Reddito: rischio di povertà o esclusione sociale in calo nell’anno pre-pandemia

Valeria Panigada
·1 minuto per la lettura

Pur restando molto elevata, nel 2019 la percentuale di popolazione a rischio di povertà o esclusione sociale in Italia si riduce rispetto al 2018 (da 27,3% a 25,6%) per la minore incidenza delle situazioni di grave deprivazione materiale e di bassa intensità lavorativa. La quota di individui a rischio povertà resta stabile al 20,1%. Nel 2018, il reddito netto medio delle famiglie (31.641 euro annui) cresce ancora in termini nominali (+0,8%) ma si riduce lievemente in termini reali (-0,4%). La disuguaglianza resta stabile: il reddito totale delle famiglie più abbienti continua a essere sei volte quello delle famiglie più povere. Sono i principali dati emerse dalla ricerca Istat sulle condizioni di vita, reddito e carico fiscale delle famiglie.