Italia Markets open in 25 mins

Regionali ER: leghista dimentica foglio con 8 richieste di Salvini

Matteo Salvini (Photo by Simona Granati - Corbis/Getty Images)

Le elezioni in Emilia Romagna si avvicinano. Il prossimo 26 gennaio si andrà al voto in regione, lo scontro è tra il governatore dem Stefano Bonaccini e la leghista Lucia Borgonzoni. La campagna elettorale è entrata nel vivo e, proprio domenica 29 dicembre, Matteo Salvini ha fatto visita ai candidati e militanti emiliano-romagnoli in quel di Bologna. Durante l’incontro tra il leader del Carroccio e i suoi, riuniti allo StarHotels Excelsior, un esponente della Lega, un po’ troppo distratto, ha dimenticato un foglio molto importante, abbandonato sul tavolo della sala e ritrovato e fotografato da La Repubblica.

Cosa c’è scritto sul documento? Si tratta di un vademecum in otto punti per il prosieguo della campagna elettorale. Sul foglio si legge un lungo elenco con le indicazioni dettate da Salvini ai candidati della regione, alcune delle quali stanno scatenando battute e critiche anche molto forti sui social.

LEGGI ANCHE: "Non ho rimpianti e sto studiando da premier. Sono pronto", dice Salvini

Il foglio abbandonato a Bologna

Il primo punto riguarda il metodo: "Alzare il livello con giudizio" (accompagnato dal terzo, che invita a "sorridere"). Mentre sul merito (al punto 2), l'ordine è tassativo: "Non discutere sul buon governo in Emilia Romagna, perché comunque avvantaggia chi governa".

Al punto 4, Salvini dice di continuare a parlare della "proposta politica" ma ancor più "con la clava", di insistere sul caso Bibbiano (punto 5) e, siccome i rapporti nel centrodestra sono sempre più complicati, "dal 19 al 24 portare solo manifesti e simboli della Lega"(punto 6).

LEGGI ANCHE: Salvini: "Conte vive male, è ossessionato da me"

Il punto 7, più articolato, è dedicato invece a una serie di riflessioni sul “peso” degli avversari: "Non attaccare i 5 Stelle, che stanno scomparendo. Attaccare solo il Pd". Come? “Parlando, ovunque possibile, di Banca Etruria, Cassa di Risparmio di Ferrara, sbarchi...".

Infine, ultima indicazione dell’ex ministro dell’Interno, quella ritenuta decisiva e che, secondo i leghisti, dovrebbe dare il colpo di grazia all'avversario, è affidata a un N.B: "Dare a Salvini come argomento una famiglia terremotata ancora fuori casa. Per puntare sui ritardi nella ricostruzione".

GUARDA ANCHE - Virginia Raggi deride Salvini: “Parla da solo”