Italia Markets close in 5 hrs 5 mins

Renault, congedato l'ad Bollorè

webinfo@adnkronos.com

La casa automobilistica francese Renault ha annunciato che l'Ad Thierry Bollorè ha terminato il mandato. In una dichiarazione pubblicata sul suo sito web dopo una riunione a sorpresa del consiglio di amministrazione, l'azienda dice che il direttore finanziario Clotilde Debois assumerà la carica di amministratore delegato ad interim. L'azienda non ha motivato la decisione. 

Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Renault ha deciso di rinunciare a Thierry Bolloré come Ceo della società "con effetto immediato" e di nominare CDelbos alla carica ad interim. La decisione del consiglio di amministrazione segna la partenza di Bolloré, dopo meno di un anno di mandato, che ha accettato dopo la partenza affrettata di Carlos Ghosn per frode fiscale in Giappone. 

In una dichiarazione, Renault precisa che Delbos occuperà la posizione "con effetto immediato" e rimarrà ad interim fino al completamento del processo di elezione del nuovo Ceo. Delbos è entrata in Renault nel 2012 come 'group controller', per poi essere nominata nell'aprile 2016 vicepresidente esecutivo e direttore finanziario. Nell'aprile 2019 Delbos, che è anche membro del comitato esecutivo, ha assunto la responsabilità del controllo interno. 

Il consiglio di amministrazione ha inoltre espresso parere favorevole alla nomina di Olivier Murguet e José Vicente de los Mozos come vicedirettori generali per aiutare Delbos nei suoi compiti. Inoltre, la società informa che Jean-Dominique Senard assumerà la presidenza di Reanult durante questo periodo interinale del management team. 

Con questa sostituzione, Renault mette fine alla fase di Carlos Ghosn, arrestato per la prima volta il 19 novembre 2018 e accusato di presunti reati fiscali con aggravante della violazione di fiducia, dopo aver segnalato presumibilmente per quasi dieci anni una remunerazione inferiore a quella effettivamente ricevuta, con una differenza di circa 82 milioni di dollari (72,5 milioni di euro). 

Intanto questa settimana Nissan ha nominato Makoto Uchida come nuovo amministratore delegato della società (con effetto dal 1 gennaio 2020) per sostituire Hiroto Saikawa, che è stato costretto a dimettersi dopo che si è saputo che avrebbe ricevuto un compenso più alto di quello che gli spettava. 

Nel gennaio di quest'anno, pochi mesi dopo lo scoppio del caso Ghosn, Renault ha nominato Jean-Dominique Senard Presidente e Bolloré Amministratore Delegato, responsabile della supervisione delle attività quotidiane dell'azienda. Bolloré ha assunto provvisoriamente le funzioni di Ghosn il 21 novembre dello scorso anno, due giorni dopo l'arresto di Ghosn. Inoltre, Bolloré era attualmente il "principale interlocutore" con le ditte giapponesi Nissan e Mitsubishi per qualsiasi conversazione sull'organizzazione e l'evoluzione dell'alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi.