Italia markets open in 7 hours 29 minutes
  • Dow Jones

    34.152,01
    +239,61 (+0,71%)
     
  • Nasdaq

    13.102,55
    -25,55 (-0,19%)
     
  • Nikkei 225

    28.868,91
    -2,89 (-0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0176
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    23.467,90
    -358,83 (-1,51%)
     
  • CMC Crypto 200

    569,15
    -2,76 (-0,48%)
     
  • HANG SENG

    19.830,52
    -210,38 (-1,05%)
     
  • S&P 500

    4.305,20
    +8,06 (+0,19%)
     

Renault in rosso in sem1 dopo uscita da mercato russo, ma migliora outlook 2022

Il logo Renault sulla concept-car Renault Scenic Vision

PARIGI (Reuters) - La casa automobilistica Renault ha registrato una perdita netta di 1,357 miliardi di euro nel primo semestre di quest'anno a causa dei costi di chiusura delle sue attività in Russia sulla scia della guerra in Ucraina, ma ha rivisto al rialzo le prospettive per l'intero anno grazie al miglioramento della redditività in altre aree.

Renault, che tra le case automobilistiche occidentali risultava la più esposta al mercato russo, ha ceduto a maggio la sua quota di maggioranza nella più grande casa automobilistica russa Avtovaz per una cifra simbolica.

Al di fuori della Russia, l'azienda ha comunicato che la sua strategia di rilancio, incentrata sulla vendita di un numero minore di auto ma più redditizie, sta dando i suoi frutti. I margini operativi nel primo semestre sono stati del 4,7%, contro il 2,1% dello stesso periodo dell'anno precedente, e le previsioni per i margini dell'intero anno sono state aggiornate a più del 5%.

"Nonostante tutti i fattori negativi legati alla sospensione dell'attività in Russia, alla crisi dei semiconduttori e all'inflazione dei costi, il gruppo continua a migliorare la propria performance operativa", ha commentato il Ceo di Renault Luca de Meo in un comunicato.

(Tradotto da Alice Schillaci, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli