Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0696
    +0,0134 (+1,27%)
     
  • BTC-EUR

    27.424,95
    -771,57 (-2,74%)
     
  • CMC Crypto 200

    658,56
    -16,31 (-2,42%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

Renault taglia target margini da 4% a 3%, -300mila auto causa chip

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 22 apr. (askanews) - Renault taglia gli obiettivi di margine operativo per il 2022 al 3% dal 4%, a causa delle ricadute sulle attività in Russia della guerra in Ucraina e della crisi dei chip, che porterà a una perdite di circa 300mila auto nel 2022. Riguardo le attività in Russia dove il gruppo conta 45mila dipendenti, Renault lo scorso 23 marzo ha annunciato la sospensione della attività nello stabilimento di Mosca e la valutazione di opzioni relative alla partecipazione in Avtovaz.

Nel primo trimestre Renault ha registrato ricavi per 9,7 miliardi di euro (-2,7%), mentre le vendite di veicoli sono diminuite del 17,1% a 551.733 unità.

Il fatturato di Avtovaz e Renault Russia è pari a 0,9 miliardi di euro, in calo del 15,7%. Il contributo di Avtovaz ammonta a 527 milioni di euro, con una diminuzione del 23,1%. Il fatturato di Renault Russia è pari a 367 milioni di euro, in calo solo del 2,1% per le operazioni di riduzione degli stock e di aumento dei prezzi. Ad esclusione delle attività di Avtovaz e Renault Russia, il fatturato del gruppo nel primo trimestre ammonta a 8,9 miliardi di euro in calo dell'1,1%, mentre il fatturato del Ramo Auto è pari a 8,1 miliardi di euro, in calo dell'1%.

Il Gruppo Renault prosegue la politica commerciale avviata nel terzo trimestre 2020 incentrata sul valore, con effetto prezzi pari a 5,6 punti nel trimestre. In aumento anche la percentuale di vendite nei canali più redditizi: nei principali cinque Paesi europei, la percentuale delle vendite a privati si attesta al 69% (rispetto al 54% del primo trimestre 2021).

Il portafoglio ordini del Gruppo in Europa, a fine Marzo, stabilisce il record degli ultimi 15 anni, rappresentando 3,9 mesi di vendite.

La politica commerciale è rafforzata dal successo dei nuovi prodotti. Oltre 9.000 ordini al mese di Renault Arkana nel primo trimestre, di cui il 60% nella versione E-Tech e il 60% nel canale delle vendite a privati. Promettente anche il lancio di Renault Mégane E-Tech Electric, che vanta già oltre 10.000 ordini in soli due mesi, di cui il 70% negli allestimenti superiori. Positivo l'andamento della nuova gamma Dacia, soprattutto Sandero che resta il veicolo più venduto ai clienti privati in Europa. Con oltre 9.000 vendite in Europa e 20.500 ordini registrati nel primo trimestre, Dacia Spring 100% elettrica è il secondo veicolo elettrico più venduto in Francia. Nuovo Jogger si preannuncia come un altro successo del brand Dacia, con 36.500 ordini in 4 mesi e gli allestimenti della parte alta della gamma che incidono per il 70% sul mix in Europa.

La gamma E-Tech (veicoli 100 % elettrici, ibridi plug-in e ibridi) rappresenta il 36% delle vendite a privati della Marca Renault in Europa nel trimestre, con un aumento di 13 punti rispetto al primo trimestre 2021. Il Gruppo Renault presenterà un aggiornamento dei suoi obiettivi finanziari e della strategia durante un Capital Market Day che si terrà in autunno.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli