Italia markets open in 4 hours 40 minutes
  • Dow Jones

    34.269,16
    -473,66 (-1,36%)
     
  • Nasdaq

    13.389,43
    -12,43 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.373,65
    -234,94 (-0,82%)
     
  • EUR/USD

    1,2140
    -0,0012 (-0,10%)
     
  • BTC-EUR

    47.094,92
    +789,95 (+1,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.539,57
    +1.296,90 (+534,41%)
     
  • HANG SENG

    28.076,26
    +62,45 (+0,22%)
     
  • S&P 500

    4.152,10
    -36,33 (-0,87%)
     

Rendimenti più alti e bassa duration i punti di forza dell’high yield

Leo Campagna
·4 minuto per la lettura
Rendimenti più alti e bassa duration i punti di forza dell’high yield
Rendimenti più alti e bassa duration i punti di forza dell’high yield

BlueBay guarda con interesse all'universo high yield globale: offre un rendimento del 4,3% con una duration media (sensibilità ai tassi di interesse) di circa 3,9 anni rispetto a 7,1 anni dell'investment grade globale

Nell’articolo Ecco perché l’high yield può confermarsi un solido investimento nel 2021 gli esperti di BlueBay, specialista del reddito fisso, spiegano perché prevedono che i livelli di default per l’anno in corso dovrebbero attestarsi intorno ad una percentuale compresa tra il 3% e il 3,5% nell’ambito del segmento non-investment grade delle obbligazioni societarie. In questo contesto stabile, il focus delle preoccupazioni degli investitori specializzati sulle emissioni obbligazionarie high yield diventa inevitabilmente il rendimento.

SEMPRE PIÙ RARI I RENDIMENTI SUPERIORI AL 4%

“La repressione finanziaria, cioè l’ampio allentamento quantitativo da parte delle banche centrali delle principali aree del mondo, ha portato il controvalore del debito governativo e societario con rendimento negativo a 18 mila miliardi di dollari USA: un contesto nel quale le opportunità di ottenere rendimenti superiori al 4% sono sempre più rare” tengono a precisare Justin Jewell, Senior Portfolio Manager e Andrzej Skiba, Responsabile del credito statunitense di BlueBay, casa d’investimento specialista del reddito fisso. Si tratta di un fenomeno che si è acuito negli ultimi anni come si può notare dal grafico sotto.

NEL 2014 È INIZIATA LA STAGIONE DEI RENDIMENTI NEGATIVI

Infatti, analizzando gli ultimi 20 anni, fino al 2014 i rendimenti, per quanto bassi e prossimi allo zero, non erano mai entrati in territorio negativo mentre diverse tipologie di asset class obbligazionarie riuscivano ad offrire rendimenti positivi dai tre e fino ai sei punti percentuali. Un gamma di opportunità che consentiva di allestire portafogli a reddito fisso ben diversificati e con un rendimento atteso potenziale interessante. “La situazione attuale è invece molto meno ‘generosa’ in termini di rendimenti offerti. Sebbene l'investitore prudente possa naturalmente gravitare verso il segmento investment-grade è bene sapere che le opportunità di rendimento offerte in questo ambito sono molto limitate: basti sapere che il 42% del mercato obbligazionario europeo investment-grade ha iniziato il 2021 offrendo un rendimento negativo”, puntualizzano i due manager di BlueBay.

SAPER SELEZIONARE LE AZIENDE IN GRADO DI SOPRAVVIVERE

Questo panorama a basso rendimento e ulteriori aspettative di tassi più elevati costringe gli investitori ad adattarsi. Con le emissioni obbligazionarie investment-grade scambiate ai rendimenti minimi degli ultimi anni, maturano le condizioni per una disponibilità significativa ad estendere l’esposizione ai corporate bond high yield . “Non si può affatto escludere che questo segmento possa subire nel breve un calo di appeal ma si tratterebbe di una fase temporanea e, soprattutto, di titoli che offrono rendimenti relativamente interessanti, a patto di saper selezionare le aziende in grado di sopravvivere al mondo post Covid-19” commentano Jewell e Skiba.

UN REDITTO POTENZIALMENTE INTERESSANTE

Storicamente, l’high yield ha registrato buoni risultati nella fase di ripresa del ciclo economico. La duration più corta (ovvero la breve scadenza media di questi titoli che li rende meno sensibili ai movimenti dei tassi di interesse di mercato) e i rendimenti più generosi rispetto al comparto investment grade, ne fanno una classe di attività ben posizionata nell'universo obbligazionario per riuscire a fornire un reddito potenzialmente interessante sulla scia della ripresa globale dell'economia dallo shock del 2020.

L’HIGH YIELD GLOBALE OFFRE IN MEDIA IL 4,3%

Nel complesso, l'universo high yield globale offre un rendimento del 4,3%, con il mercato europeo che offre il 2,9% e gli Stati Uniti 4,3%. Tassi che si confrontano con emissioni investment grade euro ben al di sotto del punto percentuale e quelli statunitensi al 2,2%. “Inoltre, cosa più significativa, il segmento delle obbligazioni societarie high yield globale evidenzia una sensibilità ai tassi di interesse inferiore rispetto al comparto investment grade, con ad una duration media di circa 3,9 anni rispetto a 7,1 anni dell'investment grade globale” riferiscono i due professionisti di BlueBay. Tradotto in pratica, se i tassi di mercato aumentano per esempio di mezzo punto percentuale (+0,50%), i prezzi dei corporate bond (che si muovono in direzione opposta ai tassi) nell’ambito degli high yield scenderebbero in media dell’1,8% mentre nel comparto investment grade calerebbero del 3,5 per cento circa.