Italia markets close in 54 minutes
  • FTSE MIB

    24.542,99
    -78,73 (-0,32%)
     
  • Dow Jones

    34.197,52
    -232,36 (-0,67%)
     
  • Nasdaq

    11.344,01
    -117,48 (-1,03%)
     
  • Nikkei 225

    27.820,40
    +42,50 (+0,15%)
     
  • Petrolio

    81,00
    +1,02 (+1,28%)
     
  • BTC-EUR

    16.228,97
    -78,67 (-0,48%)
     
  • CMC Crypto 200

    403,56
    -7,66 (-1,86%)
     
  • Oro

    1.786,10
    -23,50 (-1,30%)
     
  • EUR/USD

    1,0525
    -0,0006 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    4.033,57
    -38,13 (-0,94%)
     
  • HANG SENG

    19.518,29
    +842,94 (+4,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.958,10
    -19,80 (-0,50%)
     
  • EUR/GBP

    0,8627
    +0,0054 (+0,63%)
     
  • EUR/CHF

    0,9888
    +0,0020 (+0,21%)
     
  • EUR/CAD

    1,4216
    +0,0031 (+0,22%)
     

Rete unica resta importante per nuovo governo, confronto su modalità - AD Tim

Il logo Tim su uno smartphone

MILANO (Reuters) - Anche nel nuovo governo il progetto di creazione di una rete unica è ritenuto importante e le discussioni in corso riguardano possibili diverse modalità per raggiungere lo stesso risultato.

Lo ha detto l'amministratore delegato di Telecom Italia (Tim), Pietro Labriola, partecipando ad un evento online.

"Non mi sembra che nessuno tra vecchio e nuovo governo, nelle varie esternazioni, stia dicendo qualcosa di differente dal fatto che la rete unica sia importante", ha detto Labriola.

"Qualcuno suggerisce un metodo e un modello, qualcuno suggerisce un altro modello", ha aggiunto.

"E' importante chiarire a tutti quanti che non ci sono divergenze sul risultato finale, ma un contraddittorio su come arrivare al risultato".

Labriola ha poi ribadito che come amministratore delegato di Telecom Italia sta portando avanti un piano che prevede la cessione degli asset di rete fissa a Cdp e ai suoi partner, con l'obiettivo di creare una rete unica con Open Fiber e tagliare il debito di Tim.

Sulla possibilità che la creazione di una rete unica possa passare invece tramite un'Opa su Tim da parte di Cdp, come indicato da un piano elaborato dal sottosegretario all'Innovazione Alessio Butti, e da altri soggetti, Labriola ha detto che non sta a lui decidere se quella è la strada migliore.

"Se qualcuno vuol fare un'Opa fa un'Opa...la lancia e viene valutata".

"L'end game è lo stesso, il percorso può essere differente, noi stiamo portando avanti il piano che abbiamo condiviso con il mercato. E' quello il percorso che riteniamo dobbiamo portare avanti nel rispetto di tutti gli stakeholders", ha concluso.

(Elvira Pollina)