Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.343,53
    +113,19 (+0,33%)
     
  • Nasdaq

    13.499,41
    -83,01 (-0,61%)
     
  • Nikkei 225

    29.331,37
    +518,77 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,2063
    +0,0054 (+0,45%)
     
  • BTC-EUR

    46.292,32
    -1.658,92 (-3,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.447,41
    -24,00 (-1,63%)
     
  • HANG SENG

    28.637,46
    +219,46 (+0,77%)
     
  • S&P 500

    4.170,29
    +2,70 (+0,06%)
     

Riaperture, Salvini: "Ho scritto a Draghi, serve più coraggio"

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

Sulle riaperture in Italia dal 26 aprile, il leader della Lega Matteo Salvini scrive a Draghi prima del cdm che discuterà il decreto e chiede al governo "più coraggio". "Spero che vengano accolte queste richieste, non mi va di votare cose di cui non sono convinto. Non me lo ha mica prescritto il dottore che devo votare per forza cose di cui non sono convinto", ha detto intervenendo alla Maratona di Confedilizia 'per la libertà', sul tema. "Sono leale, mi fido di Draghi, ma per qualcuno c'è il blocco a oltranza".

"Chiederei l'estensione per la sera e riaprire alcune attività economiche - spiega il leader della Lega -, non sono richieste di Salvini, ma delle regioni, possono mettere il nome di Bonaccini, De Luca, Zingaretti". "Mi auguro che prima del cdm si arriva a una soluzione di buon senso", continua Salvini, che aggiunge: "Siamo entrati al governo per riequilibrare un certo squilibrio, il cdm è alle 17, io ho scritto al presidente Draghi. Non c'è dato scientifico che supporti certe scelte".

E ancora: "Ho avuto una riunione con ministri, governatori e sindaci sul decreto che va oggi in consiglio dei ministri, chiediamo più coraggio, gli italiani se lo meritano". Per Salvini "occorre tornare alla normalità, i dati sono in netto miglioramento, occorre coraggio".