Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.832,34
    -284,53 (-1,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

In ribasso, dati su lavoro smorzano speranze cambio di rotta Fed

Un cartello stradale di Wall Street a New York

(Reuters) - I principali indici di Wall Street sono in ribasso dopo la pubblicazione di alcuni dati che hanno evidenziato un mercato del lavoro solido, smorzando le speranze che la Federal Reserve possa comunicare un allentamento delle politiche di aumenti dei tassi di interesse.

I dati hanno mostrato che le offerte di lavoro negli Stati Uniti sono aumentate inaspettatamente a settembre, indicando che la domanda di lavoro rimane forte nonostante l'aggressivo aumento dei tassi di interesse da parte della Fed.

Gli investitori si aspettano un forte rialzo dei tassi di interesse di 75 punti base al termine della riunione politica di due giorni della Fed di domani, ma osserveranno con attenzione i segnali di un possibile rialzo dei tassi di interesse di 50 punti base a dicembre.

Attorno alle 16,35, il Dow Jones Industrial Average è in calo di 150,13 punti, o dello 0,46%, a 32.582,82, lo S&P 500 segna un ribasso di 16,98 punti, o dello 0,44%, a 3.854,99, e il Nasdaq Composite è in calo di 51,63 punti, o dello 0,47%, a 10.936,514.

Le società 'growth', tra cui Amazon, Alphabet e Microsoft, che nelle ultime settimane sono state sotto pressione dopo aver riportato trimestrali negative, scivolano tra l'1% e il 3,7% nei primi scambi.

Tra i settori dell'S&P 500, l'informatica guida i ribassi, mentre l'energia continua a registrare una forte sovraperformance.

Tra i singoli titoli, Uber Technologies sale del 13,3% dopo aver fornito una visione ottimistica degli utili del quarto trimestre che ha dato sostegno anche alle azioni dei suoi competitor Lyft e Doordash.

Pfizer aumenta del 2,1% dopo aver alzato le stime di vendita per l'intero anno del vaccino anti-Covid-19, mentre Eli Lilly scivola del 4,9% dopo aver ridotto le previsioni di profitto.

Le azioni quotate negli Stati Uniti di aziende cinesi come JD.com e Alibaba guadagnano circa il 5% ciascuna a seguito di indiscrezioni, basate su una nota non verificata che circolava sui social media, secondo cui la Cina avrebbe pianificato una riapertura a marzo, allentando le restrizioni legate al Covid.

Abiomed registra un'impennata del 50,2% dopo che Johnson & Johnson ha detto di voler acquisire il produttore di pompe cardiache in un'operazione valutata per 16,6 miliardi di dollari.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Stefano Bernabei)