Italia markets open in 3 hours 32 minutes
  • Dow Jones

    33.852,53
    +3,07 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    10.983,78
    -65,72 (-0,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.904,92
    -122,92 (-0,44%)
     
  • EUR/USD

    1,0357
    +0,0022 (+0,22%)
     
  • BTC-EUR

    16.309,96
    +409,48 (+2,58%)
     
  • CMC Crypto 200

    400,97
    +12,25 (+3,15%)
     
  • HANG SENG

    18.245,04
    +40,36 (+0,22%)
     
  • S&P 500

    3.957,63
    -6,31 (-0,16%)
     

Ricette culinarie e medicinali: occhio a quelle online

I funzionari sanitari statunitensi hanno lanciato un avvertimento contro i post online che coinvolgono l'uso improprio di medicinali.

Nelle ultime settimane sono comparsi su TikTok video che descrivono la ricetta dello “sleepy chicken”, ovvero carne di pollo cosparsa di NyQuil, un medicinale utilizzato per il raffreddore.

Oltre ad essere una prospettiva per la cena poco appetitosa, a causa dei vari pericoli per la salute, i leader della Food and Drug Administration (FDA) hanno esortato alla cautela nel replicare la ricetta.

«La bollitura di un farmaco può renderlo molto più concentrato e modificarne le proprietà in altri modi. Anche se non si mangia il pollo, l'inalazione dei vapori del farmaco durante la cottura potrebbe causare l'ingresso di elevati livelli di farmaco nel corpo», afferma in una nota un rappresentante della Food and Drug Administration (FDA).

«Potrebbe anche far male ai polmoni. In parole povere: qualcuno potrebbe assumere una quantità pericolosamente alta di medicine per la tosse e il raffreddore senza nemmeno accorgersene».

Per prevenire l’uso improprio accidentale, gli esperti della FDA hanno chiesto ai genitori di tenere sia i farmaci da banco (OTC) che i farmaci da prescrizione lontani dai bambini e di discutere in famiglia le conseguenze dell'uso improprio dei farmaci.

«Siediti con i tuoi figli e discuti dei pericoli dell'abuso di droghe - aggiungono - e di come le tendenze dei social media possano portare a danni reali, a volte irreversibili. Ricordate ai vostri figli che le overdose possono verificarsi sia con i farmaci da banco che con i farmaci da prescrizione».