Italia markets close in 1 hour 12 minutes
  • FTSE MIB

    24.500,43
    -218,38 (-0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.204,70
    -142,33 (-0,41%)
     
  • Nasdaq

    11.176,46
    -49,89 (-0,44%)
     
  • Nikkei 225

    28.162,83
    -120,20 (-0,42%)
     
  • Petrolio

    75,19
    -1,09 (-1,43%)
     
  • BTC-EUR

    15.534,63
    -444,17 (-2,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    379,22
    -1,07 (-0,28%)
     
  • Oro

    1.748,50
    -5,50 (-0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0430
    +0,0025 (+0,24%)
     
  • S&P 500

    4.004,41
    -21,71 (-0,54%)
     
  • HANG SENG

    17.297,94
    -275,64 (-1,57%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.939,58
    -22,83 (-0,58%)
     
  • EUR/GBP

    0,8648
    +0,0052 (+0,60%)
     
  • EUR/CHF

    0,9842
    +0,0005 (+0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4001
    +0,0095 (+0,69%)
     

Rinascente, Cocchini: "Chiuderemo 2022 vicini a livelli pre-Covid"

(Adnkronos) - "Sono nel commercio da quasi 30 anni e questo è l'anno più incredibile mai vissuto dal punto di vista lavorativo. Pensavo fosse impossibile da gestire: i primi mesi ancora alle prese con il Covid, poi è scoppiata la guerra, ora c'è la crisi energetica. Credevo di regredire invece chiuderemo l'anno molto vicini alla performance del 2019, che per noi è stato l'anno dei record". Parola di Pierluigi Cocchini, amministratore delegato di Rinascente, che conversando con l'AdnKronos nel giorno dei festeggiamenti nello store di Milano dei 60 anni di Diabolik, fa il punto sull'andamento del business per i department store che amministra e che offrono il meglio di moda, accessori, beauty, casa, design e food con oltre 3.600 high brand internazionali e italiani.

"Siamo tornati ai numeri pre Covid con una composizione completamente diversa rispetto a tre anni fa - spiega Cocchini - sono scomparsi i turisti cinesi e i russi, a parte i residenti, e stiamo rifacendo cifre con i visitatori locali". Anche gli americani, sottolinea l'ad di Rinascente, "sono tornati in massa grazie al rapporto euro-dollaro, assieme ai turisti europei e italiani". In poche parole, "è stato un anno che pensavamo drammatico ma che si sta per chiudere ai nostri record massimi, siamo molto soddisfatti".

Tutti i settori di Rinascente stanno registrando ottime performance. "Non ce ne è uno che performa meglio di altri - evidenzia Cocchini - la crescita è abbastanza omogenea". Durante il Covid, spiega, "abbiamo assistito a una tendenza positiva sugli articoli per la casa, poi adesso c'è stato un riequilibrio tra categorie, come ad esempio il ritorno alla normalità per la cosmetica. Con le mascherine obbligatorie era molto difficile vendere cosmetici, lucidalabbra e rossetti".

Rinascente oggi conta nove negozi situati nei centri storici di otto città in Italia, uno store online lanciato a giugno del 2020 e il servizio On Demand di Chat&Shop. Vanta due flagship store, uno a Milano e uno nel cuore di Roma, inaugurato nel 2017 e gli store di Torino e Firenze completamente rinnovati tra il 2019 e il 2020. "A noi mancano due città in Italia dal punto di vista del negozio fisico e sono Napoli e Venezia - osserva Cocchini -. Siamo sempre con le orecchie dritte e pronti a cogliere delle occasioni ma non a tutti i costi, perché non ci interessa aprire tanto per farlo. Vogliamo progetti profittevoli che durino nel tempo".

Nel frattempo, assicura l'ad di Rinascente, "stiamo coprendo queste città grazie all'ausilio della nostra omnicanalità: abbiamo l'On Demand service che lavora su Whatsapp e la messaggistica, che ha a disposizione tutto l'assortimento di Rinascente. Spediamo in Italia e in tutto il mondo. Poi abbiamo l'e-commerce da due anni. Napoli e Venezia virtualmente le copriamo ma ci interesserebbe avere due 'monumenti' fisici in entrambe le città". Dopo l'evento per i 60 anni di Diabolik messo a punto con la casa editrice Astorina, Rinascente non si ferma e mira a diventare un luogo di intrattenimento a 360 gradi, con nuove iniziative. "Abbiamo inaugurato quest'anno, dopo due anni difficili di pandemia, una serie di eventi - ricorda Cocchini -. Per esempio, abbiamo ridato vita alla Food hall con dei party a tema, con un coinvolgimento importante di visitatori locali e turisti".

Inoltre, "essendo Rinascente una casa di brand, ospitiamo diversi progetti dei marchi stessi, che ci usano ad esempio per lanciare prodotti o per operazioni charity. Alla fine è un immenso palcoscenico con un'ottima risonanza, le vetrine sono uno dei medium più importanti della città, davanti alle quali passano più persone che al Louvre. E' un posto adatto a fare questi eventi e ci stiamo spingendo verso questa direzione di entertainment, non solo di shopping".