Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,55 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,38 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,27 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,65 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.996,88
    -323,89 (-1,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0257
    -0,0068 (-0,66%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,19 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8457
    -0,0001 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9656
    -0,0058 (-0,60%)
     
  • EUR/CAD

    1,3100
    -0,0071 (-0,54%)
     

Riparte la campagna itinerante “Mediterraneo da remare PlasticFree”

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 5 lug. (askanews) - Riparte Mediterraneo da remare #PlasticFree, la campagna di informazione e sensibilizzazione promossa dalla Fondazione Univerde in collaborazione con Marevivo e l'adesione del Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera per il rispetto del Mare Nostrum e il contrasto all'inquinamento da plastiche.

"Servono politiche coraggiose e impegno civico per evitare di avere nel 2050 più plastica che pesci nei nostri mari. Le nostre coste rappresentano un patrimonio ambientale inestimabile, un formidabile attrattore turistico ma sono sempre più minacciate dall'inquinamento causato dalla dispersione di plastiche e dai comportamenti sconsiderati di chi non rispetta la natura e il paesaggio. L'UE impone il 30% di Aree marine protette e l'Italia è ancora molto lontana: subito più risorse e l'istituzione delle nuove AMP di Capri, Taranto, Eolie, Conero, Taormina insieme alle altre già in attesa da tempo. La campagna Mediterraneo da remare è importante perché vuole fare fronte comune e collaborare per il bene dei nostri mari e la salute del Pianeta", ha dichiarato il Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, nel corso dell'evento di lancio, a Roma, della XII edizione di Mediterraneo da remare #PlasticFree 2022.

Dello stesso parere Carmen Di Penta, Direttore di Marevivo: "Ripartiamo con questa storica campagna dal fiume Tevere in uno scenario purtroppo oggi molto diverso da quello dello scorso anno. Il danno procurato dalla presenza dell'uomo sul Pianeta, continua inesorabilmente con i suoi tristi risultati. La bellezza e il valore del Tevere, ancora oggi intuibili nonostante la siccità e tutto quello che questa emergenza comporta, devono guidarci nella ricerca di azioni e strumenti per proteggere l'ambiente in cui viviamo".

Obiettivo dell'iniziativa è quello di promuovere la transizione dai vecchi modelli turistici a un turismo sostenibile e responsabile sui litorali marini, fluviali e lacustri; disincentivando l'uso di natanti a motore a favore di quelli ecologici e contrastando ogni forma di inquinamento nei mari, fiumi e laghi, con particolare riferimento, attraverso il focus #PlasticFree, a quello dovuto all'insostenibile quantità di plastiche e microplastiche. La campagna itinerante Mediterraneo da remare è nata da un'idea del Presidente della Fondazione UniVerde, Alfonso Pecoraro Scanio, che da Ministro dell'Ambiente cambiò la denominazione del dicastero aggiungendovi la "tutela del Mare". Eventi itineranti lungo le coste italiane, tappe internazionali, remate simboliche in varie località balneari e in collaborazione con gli stabilimenti che segnaleranno, ai soggetti promotori, iniziative concrete per la tutela degli ecosistemi marini, lacustri e fluviali. Le iniziative, che si svolgeranno nel corso dell'estate 2022, saranno prevalentemente dedicate a contrastare la dispersione delle macro e micro plastiche in mare, con lo slogan #PlasticFree, ma anche a rilanciare il focus "Acquascooter Free" promuovendo la mobilità a remi e la diffusione dell'uso delle canoe in luogo del noleggio di moto d'acqua.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli