Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.494,80
    +489,57 (+1,02%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2167
    +0,0098 (+0,82%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8695
    +0,0013 (+0,14%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4743
    +0,0081 (+0,55%)
     

Ripresa del Trend Rialzista per il Cambio Euro Dollaro?

Angelo Papale
·2 minuto per la lettura

Il cambio euro dollaro sta attraversando un periodo abbastanza anomalo dal punto di vista dei dati macroeconomici. I dati americani, superiori rispetto alle aspettative, non sembrano aver intaccato l’attuale andamento del fiber.

Non stanno producendo effetti nemmeno le maggiori misure in atto in Europa per il contenimento della pandemia. Molto probabilmente negli operatori economici c’è tanto ottimismo sul miglioramento della situazione pandemica con l’arrivo dell’estate.

Si prevede una generale ripresa dell’attività economica, soprattutto in ambito turistico. Con maggiori consumi, l’andamento grafico potrebbe già star scontando queste aspettative sull’economia europea.

Calendario giornaliero cambio EUR/USD

La notizia sull’Indice dei Prezzi al Consumo annuale con riferimento a marzo non dovrebbe aver influenzato il cambio euro dollaro. Infatti, l’aspettativa di una variazione dell’1,3% è stata rispettata. Dato migliore rispetto al report precedente emerge dall’analisi della bilancia commerciale del mese di febbraio.

Il valore registrato è di € 17,7 miliardi contro un dato antecedente di € 11 miliardi. Buone notizie per il dollaro arrivano dal Census Bureau. I permessi di costruzione rilasciati nel mese di marzo sono leggermente superiori rispetto alle aspettative.

Sono stati rilasciati 1,766 milioni di permessi rispetto alla previsione di 1,750 milioni. Su base mensile, le aperture di nuovi cantieri edili sono incrementate del 19%. Gli operatori economici sono in forte attesa per il report sulle posizioni speculative nette sull’euro.

Il Commodity Futures Trading Commission (CFTC) produrrà il dato inerente alle posizioni nette sulla moneta unica. Nel precedente report l’ente americano ha registrato posizioni nette per 67.500 unità, in riduzione rispetto a 73.700 unità del precedente report.

Il cambio euro dollaro si presta a rompere la media mobile

Nonostante le aspettative dei trader siano state rispettate il cambio euro dollaro prosegue il suo cammino. Oramai il livello 1.19150 ce lo stiamo quasi lasciando alle spalle, mentre il cambio sta per rompere anche la media a 21 periodi. Come già detto in precedenza, la conferma della forza dell’euro la si avrà quando la media verrà utilizzata come supporto.

Secondo l’indicatore dell’IG il 60% dei suoi clienti risultano corti sul cross valutario. Ciò mette in risalto che l’andamento attuale potrebbe subire delle oscillazioni, anche marcate. Previa conferma del rimbalzo sulla media, il prossimo livello per il fiber sarà 1.20925 e poi 1.23495, massimo registrato a dicembre 2020.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: