Italia Markets closed

Riscatto laurea agevolato: come funziona?

Federica Pace
 

Riscatto laurea agevolato : è boom di domande: come funziona? Quali sono i costi da pagare?

Sono tanti i dubbi che sorgono in merito alla possibilità di recuperare gli anni trascorsi sui banchi dell’Università e di computarli nel calcolo dei contributi versati per la pensione.

Scopriamo in questa guida di Trend Online come presentare l’istanza online per riscattare la laurea in modo agevolato.

Riscatto laurea agevolato: è boom di domande

Ogni anno cresce la percentuale di coloro che presentano l’ istanza online per riscattare la laurea.

Un vero e proprio boom! Basti pensare che alla fine del I quadrimestre 2019 sono state presentate all’INPS ben 7.020 richieste, con un incremento vertiginoso del +202% rispetto allo stesso periodo dell’anno 2018.

La maggior parte delle istanze presentate all’Istituto di Previdenza provengono soprattutto dai lavoratori del settore privato e in misura assai minore dai dipendenti pubblici.

Riscatto laurea agevolato: quanto costa?

Quali sono gli oneri da pagare per riscattare gli anni di studio universitari ai fini del calcolo dei contributi previdenziali?

Come sancito dal Decreto 4/2019 è possibile riscattare solo gli anni di studio successivi al 31 dicembre 1995, data che ha segnato il passaggio al sistema contributivo per il calcolo della pensione.

Si dice che il riscatto sia “agevolato” proprio perché comporta un esborso di oneri assai inferiore rispetto al riscatto della laurea ordinario.

Per ogni anno di studio universitario è possibile pagare un importo pari a 5.241,30€.

Dunque, per i Dottori che hanno conseguito una laurea triennale, per riscattare i tre anni di studio, è necessario versare ben 15.723,90€.

Mentre per i Dottori Magistrali l’importo sale a 26.206,50€.

Per procedere al calcolo del riscatto agevolato da versare ai fini previdenziali si deve moltiplicare l’ aliquota IVS vigente, pari al 33%, per il reddito minimo soggetto a imposizione della Gestione INPS di Artigiani e Commercianti, che è pari a 15.710€.

Per procedere al calcolo del riscatto ordinario si deve moltiplicare l’aliquota IVS del 33% sull’ultima retribuzione imponibile dell’istante.

Nel caso di disoccupati l’onere da versare ai fini contributivi è pari a 5.241,30€, mentre per chi ha già un lavoro i costi per riscattare la laurea salgono notevolmente.

Riscatto laurea agevolato: rateizzazione

Un’altra interessante agevolazione prevista dalla normativa vigente riguarda la possibilità di procedere alla rateizzazione dell’onere previsto per un massimo di 120 rate mensili (10 anni).

Inoltre, non è detto che si debba procedere al riscatto di tutti gli anni di studio: ogni istante, in base alle proprie esigenze, procederà al riscatto di tutti gli anni o di una parte fino ad un massimo pari alla durata legale del proprio corso di studi.

Ecco perché si parla di riscatto della laurea agevolato e flessibile.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online