Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    39.955,81
    -346,88 (-0,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Risiko bancario, a Piazza Affari torna caldo il dossier Mps: titolo a +8%

Fabrizio Arnhold
·1 minuto per la lettura
Risiko bancario, a Piazza Affari torna caldo il dossier Mps: titolo a +8%
Risiko bancario, a Piazza Affari torna caldo il dossier Mps: titolo a +8%

Il titolo della banca senese vola in Borsa, spinto dall’incarico assegnato a Mario Draghi per formare il nuovo governo ma anche dalla prospettiva di nozze con UniCredit

Banca Mps corre a Piazza Affari, insieme a tutto il settore bancario. Il titolo della banca senese guadagna oltre l’8%, mettendo a segno una delle migliori performance di mercato odierne, a 1,16 euro. A far salire il valore delle azioni c’è sicuramente l’arrivo di Mario Draghi sulla scena politica italiana ma anche le dichiarazioni del presidente designato di UniCredit, Pier Carlo Padoan, rilasciate in un’intervista a Repubblica.

SPREAD SOTTO I 100 PUNTI

Con l’incarico affidato dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, a Mario Draghi di formare il nuovo governo, lo spread ha fatto registrare un deciso calo, scendendo sotto quota 100 punti base, sui minimi dal 2015. Tutto il comparto del credito negli ultimi giorni sta mettendo a segno continui rialzi.

PROSPETTIVA DI NOZZE CON UNICREDIT?

Il presidente designato di Piazza Gae Aulenti, Pier Carlo Padoan, nel corso di un’intervista non ha escluso la prospettiva di nozze tra UniCredit e Mps. Tra gli obiettivi principali di UniCredit, c’è quello di “crescere e creare valore, anche, se necessario, attraverso linee esterne”, ha detto Padoan.

IPOTESI DA VALUTARE

Le operazioni di Gae Aulenti, però devono sempre rimanere negli interessi degli azionisti. E sulla eventuale acquisizione di Monte dei Paschi di Siena, Padoan rimane neutrale, precisando che: “Questa ipotesi sarà valutata come tutte le altre, facendo i conti. In passato è stato posto il tema della neutralità di capitale, che è importante perché preserva i risultati del lavoro di rafforzamento svolto negli anni scorsi”.