Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.548,62
    -47,72 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    10.954,53
    -60,36 (-0,55%)
     
  • Nikkei 225

    27.686,40
    -199,47 (-0,72%)
     
  • EUR/USD

    1,0510
    +0,0041 (+0,39%)
     
  • BTC-EUR

    16.003,66
    -288,11 (-1,77%)
     
  • CMC Crypto 200

    394,66
    -7,37 (-1,83%)
     
  • HANG SENG

    18.814,82
    -626,36 (-3,22%)
     
  • S&P 500

    3.930,53
    -10,73 (-0,27%)
     

Risparmio energetico: 3 strategie per fare a meno del frigorifero

Risparmio energetico: 3 strategie per fare a meno del frigorifero (Getty Images)
Risparmio energetico: 3 strategie per fare a meno del frigorifero (Getty Images)

Le bollette dell'energia elettrica stanno crescendo a dismisura e da più parti sentiamo dire che diventeranno sempre più pesanti per il nostro portafoglio. Da settimane tanti cittadini si interrogano su come ridurre i propri consumi. Ma c'è poco da fare: dopo aver sostituito le lampadine con quelle a risparmio energetico, dopo aver preso l'abitudine di non lasciare i dispositivi in stand-by e imparato a utilizzare le fasce energetiche più economiche, resta il problema degli elettrodomestici energivori. Tra questi, c'è il frigorifero. Ma si può vivere senza?

LEGGI ANCHE: Bolletta luce e aumenti: quanto costano tv, lavatrice e frigo

Il frigorifero è una invenzione piuttosto moderna. Per secoli i nostri antenati ne hanno fatto a meno. Esistono, dunque, metodi e strategie che consentono di conservare i cibi anche senza utilizzarlo. Questo vale soprattutto durante la stagione invernale, quando le temperature fredde ci vengono in aiuto.

LEGGI ANCHE: Le condotte e gli accorgimenti per evitare che la crisi energetica faccia ancora più danno

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Cucina, il cibo scongelato si può ricongelare o è rischioso? Ecco la risposta affidabile

Durante i mesi più freddi, le verdure e gli avanzi di cibo possono benissimo essere tenuti a temperatura ambiente, se in casa non c'è troppo caldo. Oppure, li si può chiudere in contenitori ermetici e riporre sul davanzale di una finestra, su un balcone, in cantina e, per chi ha la fortuna di averne uno, anche in giardino, magari chiusi in un apposito armadietto. L'importante è non lasciarli troppo a lungo: gli avanzi andrebbero consumati almeno il giorno dopo.

LEGGI ANCHE: Crisi energetica: come cavarsela tra razionamenti e rischio blackout

STRATEGIA NUMERO 1: comprare e mangiare soprattutto cibi che conservano a temperatura ambiente. La frutta di stagione, per esempio, non deve essere riposta in frigorifero. Ma attenzione: le mele, che producono etilene, non vanno mai messe vicino alle banane, perché altrimenti queste anneriscono prima. Se, invece, accanto alle mele si mettono le patate, queste resteranno commestibili per un periodo più lungo.

Anche le uova e molte verdure di stagione possono essere conservate fuori dal frigorifero. Per esempio: patate, carote, cavoli, zucchine, melanzane, pomodori. Basta ricordarsi di bagnarle ogni tanto con dell’acqua per farle restare idratate e conservare più a lungo le loro proprietà nutrizionali e organolettiche.

Un trucco per far durare di più le carote? Basta infilarle in vasi pieni di sabbia umida: resteranno croccanti come appena raccolte.

LEGGI ANCHE: Crisi energetica, come risparmiare usando il forno? Ecco alcuni trucchi

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Come affrontare l’inverno senza riscaldamento? Questi consigli ti fanno risparmiare

STRATEGIA NUMERO 2: fare scorta di scatolame. Invece di acquistare legumi, piselli, fagiolini, spinaci e così via crudi, si potrebbero comprare già cotti e conservati nelle apposite lattine o in vetro. Hanno lunga conservazione e non è necessario riporli in frigorifero. Tra i cibi in scatola si trovano anche vari tipi di pesce e carne.

E per chi non ama la carne in scatola? Quella fresca può rimanere fuori dal frigorifero per tre giorni. Basta conservarla in una pentola antiossidante con acqua e aceto di vino rosso, coperta con un coperchio e con un peso sopra in modo che non entri aria.

Anche i salumi possono stare fuori dal frigorifero se sono interi. Basta conservarli appesi in un luogo fresco e riparato dalla luce. Stesso discorso per i formaggi stagionati. L'ideale per salumi e formaggi? Conservarli sottovuoto.

LEGGI ANCHE: Risparmio energetico, dalla pasta alla carne: cresce la moda della cottura passiva

STRATEGIA NUMERO 3: disidratare verdura e frutta. In estate si potrebbero essiccare al sole fichi, mele, fagioli, mais e così via. Così si conservano a lungo.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Elettrodomestici: quali consumano di più?