Italia markets close in 2 hours 19 minutes
  • FTSE MIB

    21.809,82
    -278,54 (-1,26%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,32
    +0,05 (+0,10%)
     
  • BTC-EUR

    28.511,64
    +1.021,92 (+3,72%)
     
  • CMC Crypto 200

    696,50
    +19,60 (+2,90%)
     
  • Oro

    1.865,20
    +9,00 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,2152
    -0,0022 (-0,18%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.562,01
    -40,40 (-1,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8878
    -0,0013 (-0,15%)
     
  • EUR/CHF

    1,0780
    +0,0010 (+0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5452
    -0,0046 (-0,30%)
     

Ristoratori bloccano l’autostrada del Sole per protesta: “Fateci lavorare”

Antonio Cardarelli
·2 minuto per la lettura
Ristoratori bloccano l’autostrada del Sole per protesta: “Fateci lavorare”
Ristoratori bloccano l’autostrada del Sole per protesta: “Fateci lavorare”

La manifestazione dei ristoratori in Campania, mentre cresce il malcontento degli operatori del settore che continuano ad aderire all’iniziativa #IoApro del 15 gennaio

Al grido di “vogliamo solo lavorare” un gruppo di ristoratori ha bloccato il traffico sull’A1 all’altezza degli svincoli di Capua e Caianello, in provincia di Caserta. Una protesta contro le misure restrittive decise dal governo per contenere il contagio, con la Campania in zona gialle e dunque ristoranti aperti fino alle 18 per il servizio al tavolo.

NUOVE RESTRIZIONI IN VISTA

Ma secondo le indiscrezioni, il governo starebbe pensando di vietare l’asporto anche nei locali delle regioni in zona giallo allo scopo di evitare assembramenti fuori dai bar. Per i ristoratori, insomma, resterebbe solo la carta della consegna a domicilio (che non convince gli esercenti), ma secondo le associazioni di categoria si tratterebbe della mazzata finale per un settore messo in ginocchio dalla pandemia, che solo nel periodo delle feste natalizie ha perso tra i 7 e i 10 miliardi di euro.

“VOGLIAMO LAVORARE”

“Non vogliamo ristori, vogliamo solo aprire i nostri esercizi”, spiegano i ristoratori che nel primo pomeriggio di oggi hanno organizzato il blocco del traffico – in direzione Roma – all’altezza di Caianello. I ristori promessi dal governo, dunque, non sono ritenuti sufficienti per salvare le attività. Anche perché tra le ipotesi al vaglio del governo, su suggerimento del Comitato tecnico scientifico, c’è quella di imporre una zona arancione nei fine settimana in tutta Italia, portando così alla chiusura di bar e ristoranti.

L’INIZIATIVA #IOAPRO

La protesta è stata messa in atto da una decina di ristoratori che, alla guida di altrettante auto, hanno proceduto a bassa velocità provocando pesanti rallentamenti. Poi il gruppo si è radunato in un’area di servizio di Teano, scelta come punto di raccolta per poi proseguire verso Roma per protestare contro le misure restrittive sotto le sedi governative. La manifestazione dei ristoratori campani arriva nel giorno in cui, a livello nazionale, sta montando l’iniziativa #IoApro, organizzata da ristoratori che il 15 gennaio hanno deciso di tenere aperti i locali andando contro le misure del governo.