Italia markets open in 6 hours 25 minutes
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,67 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,54 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.545,00
    -138,37 (-0,47%)
     
  • EUR/USD

    1,1973
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    46.839,20
    -4.388,52 (-8,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.268,34
    -123,37 (-8,86%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,61 (+0,61%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     

Ritest del Livello 1.19150 per il Cambio EUR/USD

Angelo Papale
·2 minuto per la lettura

Negli ultimi tempi il cambio EUR/USD è caratterizzato da molta volatilità causata principalmente dalle aspettative al rialzo dell’inflazione e l’attivazione della FED per normalizzare la politica monetaria.

La salita dei rendimenti dei Treasury statunitensi a 10 anni ha fatto balzare i rendimenti di oltre 55 punti da inizio febbraio. Ciò ha provocato un innalzamento dei rendimenti reali di oltre 40 punti.

La crescente domanda di Treasury a 10 e 30 anni potrebbe far sbollire questo rialzo dei rendimenti. Nella mattinata di oggi il Tesoro USA offrirà $ 38 miliardi di titoli a 10 anni e nella giornata di giovedì $ 24 miliardi di obbligazioni a 30 anni.

Calendario giornaliero cambio EUR/USD

Oggi le principali che coinvolgono il cambio EUR/USD sono principalmente provenienti dagli States. Alle 14:30 ci sarà la pubblicazione dell’indice dei prezzi al consumo mensile per il mese di febbraio, prodotti energetici esclusi. Gli analisti prevedono una percentuale dello 0,2%. Lo stesso dato su base annuale rispetto al febbraio 2020 vede un indice dei prezzi al consumo pari all’1,4%.

Nel medesimo orario, sarà pubblicato il dato sull’IPC mensile con riferimento a febbraio, il cui valore previsto è pari allo 0,4%. Alle 16:30 sarà reso pubblico il report con le scorte di petrolio greggio della settimana. Gli operatori economici prevedono un valore di 816.000 unità.

Previsioni cambio EUR/USD

Grafico 4H cambio euro/dollaro

Nella giornata di ieri e quella di oggi il cambio EUR/USD sta testando come resistenza il livello 1.19150 e la media mobile a 21 periodi. L’euro si sta dimostrando molto più debole rispetto al dollaro.

Le posizioni speculative nette sul cambio EUR/USD sono diminuite da 138.400 unità a 126.000 unità. Entrambi gli indici dell’euro e del dollaro rispetto alle altre valute sono al rialzo, ma quello del dollaro è maggiore rispetto a quello dell’euro (0,07% vs 0,06%)

Dal grafico con time frame 4H diventa molto probabile un ritorno del cambio sui livelli di novembre 2020 a 1.16706, limite inferiore della fase laterale avuta tra luglio e novembre del 2020.

Altro livello da attenzionare a 1.18326. livello su cui è iniziato il ritracciamento di questo movimento ribassista iniziato il 3 marzo. Può darci una conferma di ciò che ci siamo detti nel periodo precedente.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: