Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.874,86
    +97,10 (+0,28%)
     
  • Nasdaq

    13.450,99
    -301,25 (-2,19%)
     
  • Nikkei 225

    29.518,34
    +160,52 (+0,55%)
     
  • EUR/USD

    1,2149
    -0,0019 (-0,16%)
     
  • BTC-EUR

    46.832,47
    -886,67 (-1,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.522,27
    -39,03 (-2,50%)
     
  • HANG SENG

    28.595,66
    -14,99 (-0,05%)
     
  • S&P 500

    4.204,01
    -28,59 (-0,68%)
     

Robeco: “Misurare l’impatto è la prossima frontiera dell’investimento sostenibile”

Redazione
·3 minuto per la lettura
Robeco: “Misurare l’impatto è la prossima frontiera dell’investimento sostenibile”
Robeco: “Misurare l’impatto è la prossima frontiera dell’investimento sostenibile”

Marcello Matranga, Country Head di Robeco Italia, spiega cos’è l’impact investing e illustra le caratteristiche distintive dell’approccio di Robeco

L’impact investing è solitamente definito come un investimento che, oltre a puntare al rendimento, cerca di generare un impatto socio-ambientale positivo e quantificabile. Storicamente è sempre stato un investimento di nicchia, riservato soprattutto ai circoli specializzati in private markets e microfinance. Alla luce della continua diffusione del degrado ambientale e degli effetti dell’emergenza climatica, il recente successo dell’impact investing non sorprende. L’opinione pubblica, infatti, è sempre più consapevole dell’impatto di oltre duecento anni di industrializzazione e cerca di sensibilizzare investitori e aziende al problema. Per saperne di più sull’impact investing abbiamo rivolto alcune domande a Marcello Matranga, Country Head di Robeco Italia.

Qual è l’approccio di Robeco sulle strategie a impatto?

“La prima strategia tematica di Robeco dedicata all’azionario sostenibile risale al 2001 ed era concentrata sul trattamento dell’acqua e delle infrastrutture. Negli ultimi vent’anni, la piattaforma di Robeco riservata all'azionario sostenibile si è ampliata fino a includere prodotti di investimento sostenibile e a impatto, riconducibili a temi quali transizione energetica, materiali e produzione intelligenti, trasporti e mobilità a risparmio energetico, stile di vita sano, prevenzione delle malattie, economia circolare, produzione industriale e Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. La metodologia di misurazione dell’impatto di Robeco si prefigge di fornire un’esaustiva serie di parametri e tecniche, in grado di dimostrare gli effetti positivi che le nostre strategie tematiche dedicate a sostenibilità e impatto hanno sulla società e sull’ambiente”.

Piattaforma delle strategie di investimento sostenibile a impatto di Robeco
Piattaforma delle strategie di investimento sostenibile a impatto di Robeco

Piattaforma delle strategie di investimento sostenibile a impatto di Robeco

Quali sono i parametri utilizzati da Robeco per misurare l’impatto?

“Per misurare l’impatto bisogna innanzitutto prefiggersi degli obiettivi e poi selezionare parametri/indicatori in grado di valutarne l’effettivo conseguimento. L’ONU ha sicuramente spinto a fare i primi passi, creando un modello che racchiude i cosiddetti Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDG), puntando a un impatto concreto e fornire target e KPI chiari per quantificarne il raggiungimento. Per questo, e per la loro crescente accettazione da parte delle aziende di tutto il mondo, gli SDG sono la base ideale per creare parametri quantitativi capaci di misurare l’impatto degli investimenti, soprattutto degli asset quotati. Le società quotate di tutto il mondo stanno incentrando le proprie strategie di sostenibilità e impatto sugli SDG. In sintonia con questo trend, chi si occupa di rating ESG e di ricerca chiede alle aziende informazioni sempre più specifiche sul contributo fornito a ognuno dei 17 obiettivi. Pertanto, la possibilità di confrontare l’allineamento agli SDG dei dati di impatto di società diverse è in forte aumento”.

Marcello Matranga, Country Head di Robeco Italia
Marcello Matranga, Country Head di Robeco Italia

Marcello Matranga, Country Head di Robeco Italia

Quali sono le sfide che riguardano una produzione agricola più resiliente e sostenibile?

“Per aumentare la resa delle coltivazioni, l’agricoltura su scala industriale si è avvalsa di fertilizzanti sintetici, erbicidi e pesticidi, al fine di stimolare e proteggere la crescita delle piante. Tuttavia pur essendo efficaci nel migliorare la resa agricola nel breve termine essi hanno anche avuto effetti disastrosi a lungo termine sui terreni e gli ecosistemi circostanti. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile n.6 (Acqua pulita e servizi igenico-sanitari), n.12 (Consumo & Produzione Responsabile), n.15 (Vita sulla Terra), n.11 (Città & Comunità Sostenibili), n.9 (Industria, Innovazione & Infratrutture) e n.3 (Salute & Benessere) vedono tutti l’applicazione del tema della preservazione delle risorse idriche. Dal campo alla tavola, l’agricoltura intelligente utilizza la tecnologia per ottimizzare le risorse, migliorare le coltivazioni, ridurre gli sprechi, conservare la biodiversità e aumentare la sicurezza alimentare lungo tutta la catena del valore. La strategia RobecoSAM Sustainable Water investe in aziende impegnate ad applicare la tecnologia di ultima generazione per risolvere il problema dell’approvvigionamento idrico, contribuendo ad affrontare queste sfide fornendo soluzioni che non solo sono efficaci ed efficienti per le colture e il bestiame, ma anche vantaggiose per tutta la vita sul pianeta terra".

Litri di acqua usati per 1 Kg di cibo prodotto
Litri di acqua usati per 1 Kg di cibo prodotto

Litri di acqua usati per 1 Kg di cibo prodotto