Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.103,74
    +516,08 (+1,54%)
     
  • Nasdaq

    13.135,97
    +104,29 (+0,80%)
     
  • Nikkei 225

    27.448,01
    -699,50 (-2,49%)
     
  • EUR/USD

    1,2085
    +0,0009 (+0,07%)
     
  • BTC-EUR

    40.148,67
    -4.634,52 (-10,35%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.306,31
    -81,60 (-5,88%)
     
  • HANG SENG

    27.718,67
    -512,37 (-1,81%)
     
  • S&P 500

    4.120,00
    +56,96 (+1,40%)
     

Roma, carabinieri chiudono 2 ristoranti per mancato rispetto norme anti-Covid

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 18 apr. (askanews) - I Carabinieri di Roma continuano a vigilare sul rispetto delle normative antiCovid-19 effettuando sia una serie di controlli di iniziativa che mirati interventi su richieste pervenute al 112.

Ieri sera, i Carabinieri della Stazione Roma IV Miglio Appio, nel territorio di competenza - informa una nota dell'Arma - hanno notato un ristorante con la serranda abbassata a metà e sono intervenuti per una verifica. All'interno dell'esercizio sono state sorprese 13 persone che cenavano seduti ai tavoli, in violazione alle norme vigenti. Gli avventori e il titolare dell'attività commerciale sono stati identificati e sanzionati per un totale di 5.600 euro. I Carabinieri hanno, inoltre, applicato la sanzione accessoria della chiusura amministrativa del locale per 5 giorni.

I Carabinieri della Stazione Monte Mario, invece, sempre nella serata di ieri, sono intervenuti a seguito di una chiamata giunta al 112 che segnalava la presenza di avventori che consumavano all'interno di un ristorante del quartiere.

Giunti sul posto, i Carabinieri hanno accertato che la titolare dell'attività, una 48enne di origini venezuelane, in segno di protesta contro le limitazioni imposte dal Governo, aveva aperto il locale al pubblico e all'interno stava servendo la cena a 3 clienti sorpresi a consumare ai tavoli. Anche in questo caso è scattata la sanzione amministrativa per avventori e titolare e la chiusura dell'attività per 3 giorni.