Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    40.876,54
    +1.335,92 (+3,38%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1925
    -0,0054 (-0,45%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,50 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8605
    -0,0011 (-0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,1082
    -0,0040 (-0,36%)
     
  • EUR/CAD

    1,5074
    -0,0087 (-0,58%)
     

Rosengren (Fed) non crede a impennata inflazione: 'Sorpreso se si assesta a target 2% prima di fine 2022'

Titta Ferraro
·1 minuto per la lettura

I funzionari della Fed non si mostrano preoccupati per un balzo immediato dell'inflazione. "E' improbabile che l'inflazione raggiunga l'obiettivo del 2% della Fed su base sostenuta almeno fino al 2022, ha detto il presidente della Fed di Boston, Eric Rosengren, Rosengren prevede che nei prossimi mesi si assisterà a una ripresa dell'inflazione, con prezzi di cibo ed energia che possono aumentare poiché alcune aree dell'economia stanno affrontando alcune carenze. "Ma ciò che vogliamo veramente per l'inflazione è che il tasso di inflazione su base generale sia a un livello sostenuto del 2%. Non credo che lo vedremo quest'anno. Sarei sorpreso se lo vedessimo prima della fine del prossimo anno", ha concluso l'economista.