Italia markets close in 5 hours 31 minutes
  • FTSE MIB

    21.814,26
    -172,74 (-0,79%)
     
  • Dow Jones

    30.937,04
    -22,96 (-0,07%)
     
  • Nasdaq

    13.626,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.635,21
    +89,03 (+0,31%)
     
  • Petrolio

    52,98
    +0,37 (+0,70%)
     
  • BTC-EUR

    25.762,84
    -458,90 (-1,75%)
     
  • CMC Crypto 200

    626,93
    -12,99 (-2,03%)
     
  • Oro

    1.844,30
    -6,60 (-0,36%)
     
  • EUR/USD

    1,2136
    -0,0032 (-0,27%)
     
  • S&P 500

    3.849,62
    -5,74 (-0,15%)
     
  • HANG SENG

    29.297,53
    -93,73 (-0,32%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.567,22
    -25,61 (-0,71%)
     
  • EUR/GBP

    0,8828
    -0,0024 (-0,27%)
     
  • EUR/CHF

    1,0768
    -0,0015 (-0,14%)
     
  • EUR/CAD

    1,5430
    -0,0005 (-0,03%)
     

Ruffini: addio acconti e saldi, versamenti solo su guadagni reali

Rar
·1 minuto per la lettura

Milano, 22 lug. (askanews) - Addio ad acconti e saldi, i versamenti al fisco scatteranno sui guadagni effettivamente realizzati. Ernesto Maria Ruffini, direttore dell'Agenzia delle Entrate, delinea, in un'intervista al Corriere della Sera, la sua proposta di riforma fiscale sul fronte della semplificazione degli adempimenti Irpef e Iva, che segnerebbe il passaggio da un prelievo sugli incassi presunti a uno sugli incassi effettivi. "La mia riflessione - ha spiegato - mira a superare lo stress e l'ansia che circa 4 milioni di contribuenti tra autonomi, professionisti e partite Iva vivono ogni anno in relazione a un calendario di scadenze fiscali, spesso soggetto a cambiamenti. Per le persone fisiche titolari di partita Iva e per le societ di persone si tratterebbe di passare a un sistema di cash flow tax, cio di tassazione per cassa. Si introdurrebbe - ha sottolineato Ruffini - un sistema di liquidazione periodica mensile o trimestrale delle imposte sui redditi basato sugli incassi e le spese effettivi. Questo eliminerebbe l'attuale sistema degli acconti e dei saldi, che genera l'ansia di doversi procurare una provvista per pagare le imposte in anticipo rispetto a un anno che ancora non si sa come andr e poi per il saldo, magari andando in credito con la conseguente attesa del rimborso". Secondo Ruffini se governo e parlamento varassero domani questa riforma, ci vorrebbero poi "pochi mesi" all'Agenzia dell'Entrate per renderla operativa.