Italia markets close in 2 hours 22 minutes
  • FTSE MIB

    24.612,18
    -9,54 (-0,04%)
     
  • Dow Jones

    34.429,88
    +34,88 (+0,10%)
     
  • Nasdaq

    11.461,50
    -20,90 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    27.820,40
    +42,50 (+0,15%)
     
  • Petrolio

    82,41
    +2,43 (+3,04%)
     
  • BTC-EUR

    16.313,43
    +148,87 (+0,92%)
     
  • CMC Crypto 200

    408,29
    +6,86 (+1,71%)
     
  • Oro

    1.804,20
    -5,40 (-0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,0566
    +0,0036 (+0,34%)
     
  • S&P 500

    4.071,70
    -4,87 (-0,12%)
     
  • HANG SENG

    19.518,29
    +842,94 (+4,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.959,76
    -18,14 (-0,46%)
     
  • EUR/GBP

    0,8611
    +0,0038 (+0,44%)
     
  • EUR/CHF

    0,9893
    +0,0026 (+0,26%)
     
  • EUR/CAD

    1,4193
    +0,0008 (+0,06%)
     

Rungi (Imt): 'In Umbria multinazionali integrate con tessuto locale'

(Adnkronos) - “Presentiamo oggi un lavoro di squadra. Per la prima volta vediamo in Umbria un’evidenza della presenza delle unità locali sul territorio. Salta agli occhi la forte integrazione con il tessuto locale: la possibilità di lavorare con i piccoli produttori e la capacità di proiettarsi in una dimensione internazionale di prodotti iconici come il Bacio Perugina, che promuovono anche l’Italia Life style all’estero”. Lo ha detto il professor Armando Rungi, Scuola IMT Alti Studi Lucca, a margine della presentazione del report 'Le imprese estere in Italia: il ruolo nelle economie regionali – La regione Umbria', redatto dall’osservatorio imprese estere dell’Advisory board investitori esteri (Abie) di Confindustria e presentato questa mattina in un incontro presso lo stabilimento Nestlé Perugina a S. Sisto (PG).

”E’ da sottolineare -ha proseguito Rungi- come le imprese estere hanno la capacità di implementare progetti di ricerca applicata che poi sono capaci di introdurre tecnologie abilitanti, che sono il futuro della produzione manifatturiera. Le imprese estere in Italia hanno la capacità di attingere a un pool di esperienze internazionali poi trasportate nel territorio nella filiera con il produttore locale”.