Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    38.145,32
    -296,22 (-0,77%)
     
  • Nasdaq

    16.829,03
    -91,55 (-0,54%)
     
  • Nikkei 225

    38.054,13
    -502,74 (-1,30%)
     
  • EUR/USD

    1,0842
    +0,0035 (+0,33%)
     
  • Bitcoin EUR

    63.916,45
    +1.860,59 (+3,00%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.447,33
    -8,54 (-0,59%)
     
  • HANG SENG

    18.230,19
    -246,82 (-1,34%)
     
  • S&P 500

    5.251,93
    -15,02 (-0,29%)
     

Russia e Cina siglano accordi economici, relazioni a un livello "mai visto prima"

Il primo ministro russo Mikhail Mishustin e il premier cinese Li Qiang

PECHINO (Reuters) - Il primo ministro russo ha firmato una serie di accordi con la Cina nel corso di un viaggio a Pechino e ha detto che le relazioni tra i due paesi sono a un livello mai raggiunto prima, nonostante le critiche mosse dall'Occidente alle loro relazioni.

Mikhail Mishustin, il più alto funzionario russo in visita a Pechino da quando Mosca ha invaso l'Ucraina nel febbraio 2022, ha tenuto colloqui con il presidente cinese Xi Jinping e il premier Li Qiang.

Con la guerra in Ucraina al suo secondo anno e la Russia che sente sempre di più il peso delle sanzioni occidentali, Mosca si appoggia a Pechino per ottenere sostegno, molto più di quanto faccia la Cina con la Russia, alimentando la domanda cinese di petrolio e gas.

Le pressioni da parte dell'Occidente non hanno mostrato alcun segno di allentamento, con le dichiarazioni del fine settimana del G7 che hanno preso di mira entrambi i Paesi per una serie di questioni, tra cui quella dell'Ucraina. Il G7 ha deciso di inasprire le sanzioni contro Mosca e ha esortato la Cina a fare pressione sulla Russia affinché ritiri le truppe dall'Ucraina.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

"Oggi le relazioni tra Russia e Cina sono a un livello mai visto prima", ha detto Mishustin a Li durante l'incontro.

"Sono caratterizzate dal rispetto degli interessi reciproci, dal desiderio di rispondere insieme alle sfide, associato all'aumento delle turbolenze sulla scena internazionale e alla pressione di sanzioni illegittime da parte dell'Occidente collettivo", ha detto.

"Come dicono i nostri amici cinesi, con l'unità si possono spostare le montagne", ha aggiunto.

Tra i memorandum d'intesa firmati, un accordo per approfondire la cooperazione sugli investimenti nei servizi per gli scambi commerciali, un patto sull'esportazione di prodotti agricoli in Cina e un altro sulla cooperazione sportiva.

Secondo le proiezioni, le spedizioni energetiche russe in Cina aumenteranno del 40% quest'anno e i due Paesi stanno discutendo delle forniture di attrezzature tecnologiche alla Russia, ha riferito l'agenzia di stampa Interfax.

(Tradotto da Chiara Bontacchio, editing Andrea Mandalà)