Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.546,98
    +727,68 (+2,62%)
     
  • Petrolio

    91,88
    -2,46 (-2,61%)
     
  • BTC-EUR

    23.673,60
    -332,70 (-1,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    574,64
    +3,36 (+0,59%)
     
  • Oro

    1.818,90
    +11,70 (+0,65%)
     
  • EUR/USD

    1,0263
    -0,0063 (-0,61%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.175,62
    +93,22 (+0,46%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.776,81
    +19,76 (+0,53%)
     
  • EUR/GBP

    0,8456
    -0,0002 (-0,02%)
     
  • EUR/CHF

    0,9653
    -0,0062 (-0,63%)
     
  • EUR/CAD

    1,3092
    -0,0079 (-0,60%)
     

Russia invia pagamento cedola in rubli su eurobond denominati in dollari - ministero

Una bandiera russa presso la banca centrale russa a Mosca

MOSCA (Reuters) - Il ministero delle Finanze russo ha comunicato di aver inviato al National Settlement Depository (Nsd) il pagamento di una cedola da 8,5 miliardi di rubli (159 milioni di dollari) sull'emissione di un eurobond denominato in dollari, mentre si fa sempre più vicino il rischio di un default sovrano.

"I costi di servizio dei titoli di Stato della Federazione Russa sono stati pienamente rispettati", si legge in un comunicato del ministero.

L'eurobond in questione ha scadenza nel 2028. Ieri sono stati effettuati pagamenti di cedole simili su obbligazioni con scadenza 2027 e 2047.

La Russia sta avendo difficoltà nell'effettuare pagamenti sui suoi 40 miliardi di dollari di bond internazionali da quando è stata colpita da ampie sanzioni dopo aver inviato decine di migliaia di truppe in Ucraina il 24 febbraio.

Le obbligazioni denominate in dollari hanno solitamente tra le loro clausole la possibilità di effettuare, in determinate circostanze, pagamenti in euro, sterline o franchi svizzeri.

Tuttavia, non prevedono pagamenti in rubli, la valuta utilizzata da Mosca.

Per evitare il default, i fondi devono essere versati nella valuta corretta sui conti dei detentori di bond entro i termini previsti, che possono includere un periodo di grazia di 30 giorni.

Mosca sostiene che il pagamento in rubli costituisce l'adempimento degli obblighi sul debito da parte della Russia, dato che le restrizioni hanno impedito di effettuare alcuni pagamenti in valuta estera in altre giurisdizioni.

Il presidente Vladimir Putin ha firmato mercoledì un decreto per stabilire procedure temporanee finalizzate a rispettare gli obblighi della Russia sul debito estero.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli