Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.744,38
    +215,69 (+0,88%)
     
  • Dow Jones

    34.200,67
    +164,68 (+0,48%)
     
  • Nasdaq

    14.052,34
    +13,58 (+0,10%)
     
  • Nikkei 225

    29.683,37
    +40,68 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    63,07
    -0,39 (-0,61%)
     
  • BTC-EUR

    51.238,80
    -742,72 (-1,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.398,97
    +7,26 (+0,52%)
     
  • Oro

    1.777,30
    +10,50 (+0,59%)
     
  • EUR/USD

    1,1980
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    4.185,47
    +15,05 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    28.969,71
    +176,57 (+0,61%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.032,99
    +39,56 (+0,99%)
     
  • EUR/GBP

    0,8657
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,1020
    -0,0013 (-0,12%)
     
  • EUR/CAD

    1,4982
    -0,0028 (-0,18%)
     

Sabaf, nuovo piano punta a 300 million ricavi al 2023, riviste al rialzo stime 2021

·2 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Sabaf ha approvato il piano industriale 2021-2023, il cui obiettivo è accelerare il percorso di crescita, organica e attraverso acquisizioni, avviato con l'esecuzione del piano chiuso lo scorso anno.

Il nuovo piano fissa al 2023 un obiettivo di ricavi di circa 300 milioni di euro, un margine Ebitda di almeno il 19% e un miglioramento del Roi di almeno un punto percentuale rispetto all'11,5% del 2020, si legge in una nota del produttore di componenti per elettrodomestici.

Per quanto riguarda il 2021, l'andamento delle vendite e degli ordini dei primi mesi confermano il livello della domanda molto sostenuta di fine 2020. Questa tendenza proseguirà nella seconda parte dell'anno con previsioni per l'intero 2021 di ricavi per oltre 210 milioni (+14% rispetto al 2020) e un margine Ebitda pari almeno al 20% delle vendite (le precedenti stime indicavano ricavi superiori ai 200 milioni di euro e un Ebitda prossimo al 20%).

Nel triennio del piano sono previsti investimenti totali per 130 milioni di euro (inclusi quelli destinati a M&A) e la distribuzione di dividendi per 20 milioni di euro.

La crescita sarà prevalentemente finanziata dal cash flow generato dall'attività operativa e per la parte residuale da un maggiore ricorso all'indebitamento finanziario, mantenendo comunque un rapporto contenuto tra posizione finanziaria ed Ebitda.

A livello di sviluppo organico, il gruppo ha definito un obiettivo di crescita media annua delle vendite superiore al 10%, che consentirà all'attuale perimetro di business di raggiungere nel 2023 un livello di ricavi di circa 250 milioni di euro.

"Il gruppo persegue inoltre con determinazione nuove opportunità di crescita mediante acquisizioni e/o joint-venture, che, sulla base degli obiettivi del piano industriale, potranno generare ricavi addizionali per almeno 50 milioni di euro alla fine del triennio", dice il comunicato. A tal fine, il gruppo ritiene di potere investire circa 70 milioni di euro in tre anni.

Le acquisizioni saranno finalizzate a estendere ulteriormente l'offerta merceologica e sfruttare pienamente le potenzialità produttive del gruppo.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

(Sabina Suzzi, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)