Italia markets close in 2 hours 31 minutes
  • FTSE MIB

    19.041,43
    -44,52 (-0,23%)
     
  • Dow Jones

    28.210,82
    -97,97 (-0,35%)
     
  • Nasdaq

    11.484,69
    -31,80 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    23.474,27
    -165,19 (-0,70%)
     
  • Petrolio

    40,13
    +0,10 (+0,25%)
     
  • BTC-EUR

    10.878,51
    +1.549,10 (+16,60%)
     
  • CMC Crypto 200

    259,51
    +14,62 (+5,97%)
     
  • Oro

    1.907,70
    -21,80 (-1,13%)
     
  • EUR/USD

    1,1834
    -0,0032 (-0,27%)
     
  • S&P 500

    3.435,56
    -7,56 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    24.786,13
    +31,71 (+0,13%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.168,79
    -11,91 (-0,37%)
     
  • EUR/GBP

    0,9025
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CHF

    1,0722
    -0,0009 (-0,09%)
     
  • EUR/CAD

    1,5557
    -0,0023 (-0,15%)
     

Sace: supporto a Danieli per operazione da 12,7 mln

Sen
·1 minuto per la lettura

Roma, 22 set. (askanews) - Con il supporto di Sace, Danieli ha finalizzato un'operazione per la vendita di una linea di trattamento termico per laminati in favore di Metalloinvest, uno dei principali player mondiali nel settore della metallurgia e siderurgia. Lo comunica Sace in una nota, spiegando che, nll'ambito del progetto, il gruppo friulano realizzerà la linea di trattamento, del valore di 12,7 milioni di euro, destinata alla Oskol Electrometallurgical Plant (OEMK - parte di Metalloinvest), azienda siderurgica russa che si occupa dall'estrazione dei minerali di ferro alla fusione attraverso fornaci elettriche. L'operazione rientra nel framework agreement sottoscritto da Metalloinvest con 12 banche internazionali, fra le quali ING Germany, e ha l'obiettivo di ottimizzare il processo di finanziamento per l'acquisto di beni strumentali importati dall'estero, grazie a termini e condizioni generali già concordati, che rendono più agevole la finalizzazione di queste forniture. Grazie all'accordo e alla garanzia di Sace come soggetto "apripista", infatti, sarà più facile per le aziende esportatrici italiane vendere i propri beni alle società del gruppo russo. Sace, infatti, segue il mercato russo attraverso il proprio ufficio di Mosca, operativo da 15 anni, anche hub regionale per i vicini paesi CIS. "Attraverso questa operazione - si legge nella nota - Sace conferma il proprio sostegno alla competitività del Made in Italy, anche in un contesto particolarmente complesso come quello che le aziende stanno affrontando a causa degli impatti negativi del Covid-19, consapevole che l'export è e sarà uno dei principali fattori di ripresa e crescita per l'economia italiana".