Saipem, procura generale Algeri apre inchiesta su presunta corruzione

Algeri (Algeria), 11 feb. (LaPresse) - Il procuratore generale della Corte di Algeri, Belkacem Zeghmati, ha comunicato che "è già stata aperta un'inchiesta giudiziara" sul caso della compagnia di Stato Sonatrach, che coinvolge anche Saipem. E' quanto si apprende da una nota diffusa dall'agenzia statale algerina Aps. Nell'inchiesta parallela di Milano risulta indagato anche Paolo Scaroni, amministratore delegato di Eni, gruppo che controlla Saipem al 43%. La nota è stata diffusa dalla magistratura in scia alle notizie sul presunto "coinvolgimento di personalità algerine in fatti criminali, e più specificatamente di corruzione, nell'esercizio delle loro funzioni all'interno delle istituzioni dello Stato". Eni e Scaroni si sono dichiarati estranei alla vicenda.

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.774,46 0,73% 16:45 CEST
Eurostoxx 50 3.181,43 0,57% 16:30 CEST
Ftse 100 6.672,09 0,14% 16:31 CEST
Dax 9.554,74 0,47% 16:31 CEST
Dow Jones 16.511,55 0,02% 16:46 CEST
Nikkei 225 14.546,27 +1,09% 08:00 CEST

Ultime notizie dai mercati