Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.312,57
    -227,08 (-1,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Salario minimo, Orlando: passaggio storico, il lavoro non è merce

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 16 giu. (askanews) - "Siamo di fronte a un passaggio storico, la direttiva apre una strada molto importante per l'Europa sociale". Così il ministro del Lavoro, Andrea Orlando, intervenendo alla riunione Epsco sulla direttiva sui salari minimi adeguati. "L'Ue per la prima volta afferma un principio - ha detto - il lavoro non è una merce. Possiamo migliorare con questo strumento la condizione di vita di milioni di lavoratori, anche utilizzando gli strumenti della contrattazione collettiva".

Orlando ha sottolineato che "sappiamo quali e quante resistenze ha incontrato questa direttiva. In Italia stiamo già lavorando nello spirito dell'articolo 36 della Costituzione per garantire ai lavoratori e alle loro famiglie un'esistenza libera e dignitosa. Questo comporta di intervenire, promuovendo e sostenendo la contrattazione collettiva in modo da assicurare l'applicazione dei trattamenti economici previsti dai contratti più rappresentativi, contrastando i contratti pirata. E' importante questo successo in questo momento, nel quale il conflitto che si è determinato rischia di impoverire ulteriormente fasce del lavoro. Questa direttiva non poteva essere una camicia di forza, ma neppure un semplice desiderio. E' stato trovato un punto di equilibrio che consente di corrispondere all'obiettivo di dare dignità al lavoro".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli