Salgono i rendimenti dei BTP, ma gli analisti sono tranquilli

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
UCG.MI6,510,15
ISP.MI2,450,03
FTSEMIB.MI21.675,75-259,59

Quest’oggi si è tenuta l’ultima asta dei titoli di Stato dell’anno, in occasione della quale sono stati offerti bond con scadenze medio-lunghe. Nel dettaglio il Tesoro ha collocato BTP a 5 anni, il cui rendimento annuo lordo è stato pari al 3,26%, sui massimi da ottobre scorso, in lieve rialzo rispetto al 3,23% di fine novembe. In asta sono stati collocati titoli per 2,871 miliardi di euro, poco sotto il massimo della forchetta indicata dal Tesoro tra 2 e 3 miliardi di euro e il rapporto di copertura è stato pari a 1,29, in frazionale progresso rispetto all‘1,24 precedente. Sempre oggi sono stati collocati BTP con scadenza a 10 anni, il cui rendimento annuo lordo si è attestato al 4,48%, anche in questo caso al massimo da ottobre scorso, in rialzo rispetto al 4,45% dell’asta di fine novembre. Il Tesoro ha collocato tre miliardi di euro di titoli, al massimo della forchetta indicata tra 2 e 3 miliardi di euro e il bid-to-cover, ossia il rapporto di copertura, è salito all‘1,47 rispetto all‘1,18% del collocamento precedente. L’esito dell’asta odierna non è stato di alcun aiuto per Piazza Affari, dove l’indice Ftse Mib (Milano: FTSEMIB.MI - notizie) continua a muoversi in territorio negativo, con una flessione dello 0,59%, appena sopra i 16.300 punti. Sul fronte obbligazionario si è avuto un leggero allargamento dello spread BTP-Bund che si è spinto sopra la soglia dei dei 328 punti base, salvo riportarsi in seguito sotto di essa e presentarsi ora a 327,37 basis points, in rialzo dello 0,76% rispetto al close di ieri. Secondo Luca Cazzulani di Unicredit (Milano: UCG.MI - notizie) , le aste odierne hanno mostrato che c'è un buon interesse per la carta italiana, soprattutto per il Btp a 10 anni, il tratto di curva su cui gli investitori si sono più concentrati anche alla luce del recente irripidimento, per cui il rendimento diventa più interessante. Sul decennale in particolare, prosegue l’esperto, abbiamo visto un bid-to-cover a 1,47 dall'1,18 dell'asta precedente e il prezzo a cui è stato collocato è di una decina di centesimi sopra il livello di mercato. Un po' meno vivace la domanda per il 5 anni. Per quanto riguarda il costo del funding per l'emittente, su entrambi i titoli il rendimento si è attestato sostanzialmente in linea con le aste di un mese fa.

, Positivo anche il commento di Fulvia Risso, analista di Intesa Sanpaolo (Milano: ISP.MI - notizie) , secondo cui è stata buon ala domanda registrata nell’asta odierna. L’esperta segnala che il collocamento dei BOT di ieri ha lasciato sul mercato circa 8 miliardi di euro di liquidità, che gli investitori hanno deciso di impiegare sul medio-lungo termie. Questo dimostra che il Tesoro ha adottato una buona strategia per allungare la vita media del debito pubblico. Infine, Filippo Diodovich, market strategist di IG Markets, ha dichiarato che l’asta odierna è andata meglio delle sue previsioni, visto che l’esperto si attendeva un rendimento più alto sia sul BTP quinquennale che sul decennale.

Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito


Cosa sta succedendo in Borsa

Nome Prezzo Var. % Ora
Ftse Mib 21.675,75 -1,18% 23 apr 17:30 CEST
Eurostoxx 50 3.175,97 0,74% 23 apr 17:50 CEST
Ftse 100 6.674,74 0,11% 23 apr 17:35 CEST
Dax 9.544,19 0,58% 23 apr 17:45 CEST
Dow Jones 16.501,65 0,08% 23 apr 22:30 CEST
Nikkei 225 14.416,73 0,89% 08:10 CEST

Ultime notizie dai mercati