Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.880,24
    +618,34 (+1,98%)
     
  • Nasdaq

    11.535,27
    +180,66 (+1,59%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0694
    +0,0132 (+1,25%)
     
  • BTC-EUR

    27.425,64
    -809,38 (-2,87%)
     
  • CMC Crypto 200

    658,56
    -16,31 (-2,42%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.973,75
    +72,39 (+1,86%)
     

Salone Risparmio al via, Assogestioni: industria mai così forte

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 10 mag. (askanews) - Di fronte alla complessità del mercato che tra guerra, inflazione e Covid, registra picchi di volatilità e incertezza, il mercato italiano del risparmio gestito si presenta solido come non mai, con oltre 2500 miliardi di masse alla fine del 2021 e una spinta nella raccolta di 93 miliardi lo scorso anno. Assogestioni e l'industria del settore sono pronti a ricoprire un ruolo centrale e strategico nei prossimi anni, ponendosi al centro della ripresa del Paese ed operando come motore strategico e trainante. Così Carlo Trabattoni, neo presidente di Assogestioni, ha aperto la dodicesima edizione del Salone del Risparmio, in corso fino al 12 maggio al MiCo di Milano.

La conferenza plenaria dal titolo "Umano, responsabile, digitale" ha dato il via a un'edizione che si preannuncia da record, con oltre 16mila iscritti. Tre giorni dedicati al capitale umano, "fondamentale per affrontare le sfide che abbiamo di fronte a noi, non solo nell'industria del risparmio gestito, alle prese con i crescenti bisogni di protezione, innovazione e diversificazione". Trabattoni ha descritto le sfide dello scenario globale che stiamo vivendo, reso ancora più complesso dalla guerra in Ucraina, dal significativo balzo dell'inflazione e dalla pandemia che ancora impatta sulle catene di approvvigionamento e in molte aree globali. "La reazione sui mercati non si è fatta attendere - ha sottolineato il presidente di Assogestioni, nonchè Ceo Generali A&WM - e abbiamo nuovamente dovuto gestire picchi di incertezza, con la volatilità su livelli decisamente superiori alla media storica degli ultimi anni. È uno scenario che, come investitori, dobbiamo affrontare con un approccio cauto, ma non timoroso, con disciplina e determinazione".

I segnali che arrivano nei primi mesi dell'anno "sono positivi e confermano la solidità del settore", ha spiegato Trabattoni. "La liquidità parcheggiata nei conti dalle famiglie e dalle imprese sta infatti diminuendo in tutta Europa e anche in Italia, come dimostrano i dati record del gestito lo scorso anno e la tenuta dei flussi in questa prima parte del 2022. Ma è altresì indubbio - ha rilevato - che sulla capacità di risparmio gravino nuove incognite, dal rallentamento della congiuntura oltre che dalle pressioni inflattive che ne erodono il potere d'acquisto. Di fronte a queste variabili emerge chiaro un atteggiamento molto più costruttivo dalle famiglie che stanno dimostrando maggiore maturità contro rischi di mercato come la forte volatilità, che affrontano con minore emotività e più cautela confermando scelte ed orizzonte di lungo termine. Grazie al supporto della consulenza e al bisogno di chiarezza negli indirizzi di investimento il contesto presenta dunque rinnovate opportunità nella crescita della nostra industria".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli