Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.119,20
    +504,20 (+2,33%)
     
  • Dow Jones

    31.500,68
    +823,32 (+2,68%)
     
  • Nasdaq

    11.607,62
    +375,43 (+3,34%)
     
  • Nikkei 225

    26.491,97
    +320,72 (+1,23%)
     
  • Petrolio

    107,06
    +2,79 (+2,68%)
     
  • BTC-EUR

    20.319,13
    -63,96 (-0,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    462,12
    +8,22 (+1,81%)
     
  • Oro

    1.828,10
    -1,70 (-0,09%)
     
  • EUR/USD

    1,0559
    +0,0034 (+0,33%)
     
  • S&P 500

    3.911,74
    +116,01 (+3,06%)
     
  • HANG SENG

    21.719,06
    +445,19 (+2,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.533,17
    +96,88 (+2,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8603
    +0,0025 (+0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0112
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,3602
    -0,0072 (-0,53%)
     

Sampdoria-Fiorentina 4-1, poker blucerchiato al Marassi

(Adnkronos) - La Sampdoria cala il poker e supera nettamente a Marassi 4-1 la Fiorentina in una gara valida per la 37esima giornata di Serie A. I dorinai, già salvi, si portano così a 36 punti, mentre i viola perdono terreno per la corsa all'Europa, rimanendo a 59 punti a -1 dalla Roma sesta in classifica. La squadra di Giampaolo passa in vantaggio al 16' con Ferrari che impatta col petto la perfetta punizione di Candreva e sigla la rete del vantaggio. Il raddoppio dei blucerchiati arriva al 30' con Quagliarella che, illuminato da un fantastico assist in profondità di Sabiri, supera Terracciano con uno scavetto. Il tris dei padroni di casa giunge al 71' grazie a Thorsby e il poker è ad opera di Sabiri all'83' con un destro perfetto. La squadra di Italiano accorcia le distanze all'89' con Nico González che spiazza Ravaglia e segna il rigore assegnato per un fallo di mano di Trimboli. La Sampdoria chiude poi in dieci per l'espulsione di Colley per proteste al 94'.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli