Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.848,58
    -214,97 (-0,93%)
     
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,64 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,92 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    28.966,01
    -1.202,26 (-3,99%)
     
  • Petrolio

    61,66
    -1,87 (-2,94%)
     
  • BTC-EUR

    37.194,09
    -2.630,56 (-6,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    912,88
    -20,25 (-2,17%)
     
  • Oro

    1.733,00
    -42,40 (-2,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2088
    -0,0099 (-0,81%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     
  • HANG SENG

    28.980,21
    -1.093,96 (-3,64%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.636,44
    -48,84 (-1,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8667
    -0,0026 (-0,30%)
     
  • EUR/CHF

    1,0965
    -0,0048 (-0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,5380
    +0,0036 (+0,24%)
     

Saranno i "CDS sintetici" a sancire il massimo di mercato

Gaetano Evangelista
·1 minuto per la lettura

L'attesa di un minimo per il consolidamento per la fine di gennaio, è stata rispettata appieno. Adesso c'è da aspettarsi che il bull market prosegua fino alle scadenze delineate nel 2021 Yearly Outlook. A quel punto, il premio per il rischio avrà raggiunto una compressione insostenibile.

I mercati azionari confermano l’attesa ripartenza prevista dopo il minimo ciclico di fine gennaio. Al di là della ricorrenza “statica” menzionata (90 giorni dal minimo di fine ottobre, 180 giorni dal minimo di fine luglio, 360 giorni dal minimo di fine gennaio 2020); va ricordata la concomitanza con il minimo conseguito a gennaio 1981.

Nel 2021 Yearly Outlook abbiamo proposto agli abbonati il CDX a 5 anni come esemplare misuratore di rischio. Il suo comportamento nel tempo si rivela eccellente nel segnalare l’inaugurazione di fasi di risk on e risk off: a gennaio dello scorso anno quando, venendo respinto dalla media mobile spartiacque, offrì un’effimera ultima gamba di rialzo agli investitori azionari; il 24 febbraio, quando segnalò l’inizio della crisi; il 26 maggio, quando al contrario confermò la svolta benigna di economia e mercati azionari; l’11 ed il 26 giugno quando fornì delle occasioni secondarie di ingresso; replicatesi il 18 settembre e soprattutto il 30 ottobre.

Di recente il CDX è risalito ma, provvidenzialmente, ancora una volta la media mobile ha contenuto il rimbalzo del premio per il rischio; destinato ora a flettere ulteriormente: idealmente, fino a 45 punti base. Una soglia già sollecitata a febbraio 2020 e a gennaio 2018: alla vigilia di considerevoli ripiegamenti di mercato. Fino ad allora il bull market ripartito oltre dieci mesi fa, potrà proseguire indisturbato.

Autore: Gaetano Evangelista Per ulteriori notizie, analisi, interviste, visita il sito di Trend Online