Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.230,45
    -64,31 (-0,18%)
     
  • Nasdaq

    15.011,89
    +114,55 (+0,77%)
     
  • Nikkei 225

    29.025,46
    +474,56 (+1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1616
    +0,0015 (+0,13%)
     
  • BTC-EUR

    52.765,82
    +109,64 (+0,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.429,69
    -21,94 (-1,51%)
     
  • HANG SENG

    25.409,75
    +78,75 (+0,31%)
     
  • S&P 500

    4.483,06
    +11,69 (+0,26%)
     

Saras, Moratti rinuncia a soldi: denaro va a cassa integrazione

·1 minuto per la lettura

Il presidente di Saras Massimo Moratti, secondo quanto si apprende, rinuncia all'emolumento previsto per il 2021 in qualità di presidente del Cda rendendo così possibile l'integrazione di quanto stanziato dall'indennità di cassa integrazione (Cigo) per le giornate previste per l'ultimo trimestre 2021. Non si tratta quindi di destinazione utili né di compensi diretti in busta paga.

Saras ha adottato a fine ottobre del 2020 alcune misure per tenere sotto controllo i costi, compreso l'utilizzo di ammortizzatori sociali per il personale del gruppo e in particolare, grazie all'accordo coi sindacati, l'avvio della cassa integrazione parziale, che hanno reso possibile un contenimento degli impatti generati dalla crisi pandemica nel mercato di riferimento. Nella raffineria Sarroch lavorano circa 1.300 dipendenti. Attualmente i lavoratori sono due giorni al mese in cassa integrazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli