Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.819,13
    -236,56 (-1,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Sardegna, Pili: su Porto Vesme chiesto incontro urgente a Salvini

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 2 nov. (askanews) - Un incontro urgente per fare il punto sullo stato dell'infrastruttura energetica e industriale regionale, e trovare le soluzioni più adatte a risolvere le criticità dell'area di crisi complessa di Portovesme. È la richiesta che l'Assessore regionale dell'Industria, Anita Pili, rivolge al neo ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Matteo Salvini.

"Nel congratularmi per il Suo nuovo incarico - comunica l'assessore in una lettera - le scrivo per richiamare la Sua attenzione nei confronti della questione infrastrutturale energetica e industriale della Sardegna. Nello specifico il riferimento è rivolto all'infrastruttura energetica che si sarebbe dovuta realizzare a seguito della sigla del patto per la Sardegna e che, invece, è stata bloccato dalla nuova configurazione energetica scelta unilateralmente dal precedente governo, motivazione per la quale la Regione Sardegna ha impugnato il Decreto Energia emanato da Mario Draghi. Tale ultimo decreto contiene al suo interno opere cantierabili e urgenti da realizzarsi nello spazio portuale di Portovesme, area del Sulcis fortemente compromessa dalle crisi industriali e che trova l'amministrazione locale contraria".

L'assessore dell'industria sottolinea l'urgenza dell'incontro con il ministro Salvini al fine di poter garantire al territorio regionale e alla Comunità Sarda gli elementi infrastrutturali necessari allo sviluppo e alla ripartenza. "La questione - conclude - è particolarmente urgente e coinvolge non solo lo sviluppo futuro, ma attualmente diverse migliaia di lavoratori".