Italia markets open in 5 hours 45 minutes
  • Dow Jones

    34.269,16
    -473,66 (-1,36%)
     
  • Nasdaq

    13.389,43
    -12,43 (-0,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.406,86
    -201,73 (-0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,2143
    -0,0009 (-0,07%)
     
  • BTC-EUR

    47.112,44
    +1.205,58 (+2,63%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.537,47
    +1.294,79 (+533,54%)
     
  • HANG SENG

    28.013,81
    0,00 (0,00%)
     
  • S&P 500

    4.152,10
    -36,33 (-0,87%)
     

Sartore (Mef), 'a buon punto su Pnrr, ruolo prioritario a enti locali e Regioni'

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·1 minuto per la lettura

"Siamo a uno stato di avanzamento abbastanza a buon punto per la redazione del Piano, ci sono state le relazioni delle commissioni parlamentari sia al Senato che alla Camera dei Deputati, cui hanno fatto seguito le risoluzioni che sono state già approvate dalla maggioranza". E' quanto assicura Alessandra Sartore sottosegretaria del ministero dell'Economia e delle Finanze, intervenendo al primo tavolo tecnico del progetto 'Next Generation Eu - EuroPa Comune', organizzato dal Csel, il Centro Studi Enti Locali, a proposito delle risorse del Recovery Fund e delle misure per il Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza.

"Ora si stanno integrando le misure del Piano con gli opportuni inserimenti, dovuti anche agli obiettivi, alle osservazioni e alle considerazioni inserite nelle relazioni del Parlamento che il Governo deve tenere in debito conto - riferisce l'esponente del Mef - Comuni e Regioni dovranno avere sicuramente un ruolo importante nella messa a terra dei progetti che saranno inseriti nell'ambito del Pnrr, con un ruolo prioritario nell'attuazione di questi provvedimenti per le amministrazioni territoriali".

Entro il 30 aprile, ricorda Sartore, "il Piano dovrà essere trasmesso all'Unione Europea e si formerà la decisione definitiva sulla governance, con l'individuazione degli enti locali e regionali che, come indicato dal Parlamento e come ribadito dal ministro dell'Economia, avranno il ruolo di attuatori per la gran parte del Piano. Sarà importante la semplificazione del circuito finanziario nell'ambito del quale dovranno essere trasferite e gestite le risorse, nonché l'individuazione delle modalità per la rendicontazione sull'impiego delle risorse".