Italia markets closed
  • Dow Jones

    30.970,91
    +23,92 (+0,08%)
     
  • Nasdaq

    11.147,69
    -33,85 (-0,30%)
     
  • Nikkei 225

    26.804,60
    -244,87 (-0,91%)
     
  • EUR/USD

    1,0444
    -0,0081 (-0,77%)
     
  • BTC-EUR

    19.246,96
    -307,50 (-1,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    433,58
    -6,09 (-1,38%)
     
  • HANG SENG

    21.996,89
    -422,08 (-1,88%)
     
  • S&P 500

    3.810,49
    -11,06 (-0,29%)
     

Savona: manager scelti e pagati per appartenenze a gruppi di potere

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 mag. (askanews) - "Oltre 15 anni di ricerca dimostrano che i meccanismi di nomina e remunerazione dei manager hanno una forte componente simbolica anziché riflettere unicamente il reale legame con la performance aziendale. In altri termini, vista l'accettazione sociale con cui si consente ai manager di ottenere guadagni notevolmente superiori a quelli di altri lavoratori, il compenso elevato diventa un segnale di appartenenza a un certo gruppo di potere". Lo ha rilevato il presidente della Consob, Paolo Savona durante il consegno sulla Corporate Governance organizzato assieme a Assonime.

"Non bastano manager esperti con una forte componente simbolica, c'è bisogno di pensatori che trovino il significato dell'attività dell'impresa (la raison d'etre francese) che possa mantenere il valore nel tempo. I manager - ha detto Savona - devono saper interpretare i driver dello sviluppo, comprendendo i problemi posti dalle transizioni della società contemporanea".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli