Italia markets closed
  • Dow Jones

    29.705,95
    +570,96 (+1,96%)
     
  • Nasdaq

    11.055,26
    +225,75 (+2,08%)
     
  • Nikkei 225

    26.173,98
    -397,89 (-1,50%)
     
  • EUR/USD

    0,9731
    +0,0134 (+1,39%)
     
  • BTC-EUR

    20.046,34
    +275,24 (+1,39%)
     
  • CMC Crypto 200

    444,46
    +15,67 (+3,66%)
     
  • HANG SENG

    17.250,88
    -609,43 (-3,41%)
     
  • S&P 500

    3.721,69
    +74,40 (+2,04%)
     

Sbarra: tempesta perfetta, a rischio 1 milione di posti di lavoro

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 23 set. (askanews) - Gli ultimi tre decreti messi in campo dal Governo Draghi per aiutare famiglie e imprese "vanno nella giusta direzione, ma ci sembrano largamente insufficienti rispetto a questa tempesta perfetta che si sta avvicinando e che rischia di portare alla chiusura centinaia di migliaia di imprese, anche piccole e medie, e alla perdita di quasi un milione di posti di lavoro". Così il leader della Cisl, Luigi Sbarra, a TgCom 24 aggiungendo che "i redditi delle famiglie si stanno sempre più impoverendo".

Contro la "tempesta perfetta" del caro energia "bisogna finanziare una cassa integrazione scontata da rivolgere alle imprese che non licenziano - ha detto - azzerare l'Iva sugli acquisti dei beni di largo consumo limitata alle famiglie in difficoltà, ridurre le tasse, alzare l'Isee per gli sconti in bolletta per famiglie che oggi non riescono a pagarle. Serve una strategia che tenga insieme la dimensione europea e quella nazionale e finanziare un piano per sostenere il lavoro e il reddito delle famiglie".

Uno scostamento di bilancio "per salvaguardare l'occupazione ed evitare la chiusura di centinaia di migliaia di aziende" è invece "praticabile", ma solo "come extrema ratio" perché "pensiamo che vanno utilizzate, prioritariamente, altre strade". Per esempio, "un allargamento della tassazione degli extra-profitti. Il Governo - ha concluso Sbarra - potrebbe fare anche un monitoraggio rispetto a dotazioni finanziarie messe su decreti inattuati o che hanno avuto un tiraggio basso. Poi reinvestire interamente l'extragettito Iva. Inoltre, bisogna agire per sostenere la crescere e rilanciare gli investimenti".

Vis