Italia markets closed

Scarpa d'Oro, è sfida CR7-Immobile per spodestare Lewandowski

(Photo by Matteo Bottanelli/NurPhoto via Getty Images)

Soltanto quattro giornate al termine della Serie A che si prepara a vivere match emozionanti in vista di verdetti importanti in campo e fuori. Quattro giornate che diranno chi avrà la meglio nella volata scudetto e chi, invece, dovrà salutare la massima serie. Ma attenzione anche alla classifica dei bomber.

Con i due gol siglati ieri nel match contro la Lazio e la risposta su rigore del bomber biancoceleste, entra nel vivo la sfida tra Cristiano Ronaldo e Ciro Immobile per vincere la classifica dei capocannonieri in Serie A. Ma non solo. I due attaccanti, a quota 30 gol in campionato, sono infatti ancora in corsa per vincere la Scarpa d’Oro, premio conferito al giocatore che durante la stagione calcistica europea ha segnato più gol.

VIDEO - I numeri di Juventus-Lazio, sfida che può avere deciso le sorti del campionato

Scarpa d’Oro, come funziona e chi è in testa

Per ottenere il premio, il cui detentore attuale è Lionel Messi, i bomber d’Europa devo sì segnare tanti gol, ma devono giocare con la calcolatrice alla mano. Infatti un gol segnato in Italia o in Spagna e Germania non vale tanto quanto una rete siglata nel campionato olandese o svizzero.

Ogni goleador deve infatti cimentarsi con campionati con coefficiente di difficoltà diverso, moltiplicatore che la Scarpa d’Oro tiene in considerazione. Infatti il premio viene conferito al giocatore che ha ottenuto il miglior punteggio calcolato moltiplicando il numero di reti messe a segno in partite di campionato per il coefficiente di difficoltà del campionato stesso. Per l’Italia, così come per Germania, Inghilterra, Francia e Spagna, ogni gol vale doppio. Ecco perché CR7 ed Immobile devono segnare ancora nelle ultime giornate per raggiungere, e perché no, superare Robert Lewandowski.

VIDEO - Diletta balla, Ibrahimovic osserva e applaude...

Il bomber del Bayern Monaco, che ha già visto concludere la sua stagione in Bundesliga, domina la speciale classifica grazie ai suoi 68 punti (34 gol x 2.0 di coefficiente) seguito dai 60 punti del numero 7 bianconero e dell’attaccante della Lazio (30 gol x 2.0 di coefficiente di difficoltà della Serie A). Alle spalle di Immobile e Ronaldo nessuno può ambire al premio: quarto posto, con 56 punti, per l’attaccante del Lipsia Timo Werner (28 x 2.0) seguito da Lionel Messi a 50 (25 x 2.0, campionato spagnolo terminato).

50 punti anche per la rivelazione Erling Braut Haaland che ha segnato sì 29 gol, ma divisi tra Bundesliga (13 reti x 2.0 di coefficiente) e campionato svizzero (16 gol x 1.5). Il primo “italiano” ancora in corsa è Romelu Lukaku, ma è quasi impossibile con i suoi 42 punti (21 gol) lottare per il titolo dei bomber.