Italia Markets open in 2 hrs 13 mins

Scoperte molecole di ossigeno su Marte

Marte

C’è vita su Marte? Per adesso sembra esserci ossigeno. Per la prima volta la Nasa ne ha rilevato la presenza proprio nell’atmosfera. La scoperta è stata fatta dal laboratorio marziano Curiosity - attivo dall’agosto 2012 - al di sopra del cratere Gale. Negli ultimi tre anni marziani, che corrispondono a circa sei anni terrestri, gli strumenti di Curiosity hanno rilevato cambiamenti stagionali dei gas nel cielo e hanno individuato variazioni di molecole di ossigeno.

GUARDA: “Marte ospita la vita”

Gli scienziati coordinati da Melissa Trainer, del Goddard Space Flight Center della Nasa hanno pubblicato i risultati sulla rivista Journal of Geophysical Research. L'ossigeno marziano sembra comportarsi come il metano: i suoi livelli sono molto bassi nella stagione invernale (al di sotto dell'1%), ma crescono notevolmente in primavera e in estate.

SFOGLIA: Gli spettacolari panorami di Marte fotografati dalla sonda Curiosity

"Abbiamo visto questa sorprendente correlazione tra l'ossigeno molecolare e il metano per buona parte dell'anno marziano, e ci ha sorpreso molto", ha spiegato Sushil Atreya, dell' Università americana del Michigan. "I due fenomeni devono essere collegati, ma non so dire in che modo. Nessuno lo sa al momento", ha continuato l'esperto.

GUARDA ANCHE: NASA pubblica i file audio di due terremoti sul Pianeta rosso: ecco i suoni inquietanti registrati

Fenomeni, questi, che non possono essere spiegati prendendo come riferimento le normali dinamiche dell'atmosfera. Secondo gli scienziati la causa potrebbe essere di natura geologica, oppure queste anomale oscillazioni di ossigeno potrebbero essere collegate alla presenza di forme di vita batterica.

LEGGI ANCHE: Una nazione nello spazio esiste e pensa al primo bebè

"Stiamo considerando tutte le ipotesi, anche se al momento non esistono prove di attività biologica su Marte", fanno sapere gli esperti. Maggiori conferme potranno arrivare da due missioni in programma nel 2020: ExoMars, dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Mars della Nasa, che andranno a caccia di tracce di possibili forme di vita, presente o passata, su Marte.