Italia markets closed
  • FTSE MIB

    27.061,40
    -508,60 (-1,84%)
     
  • Dow Jones

    34.457,58
    -257,81 (-0,74%)
     
  • Nasdaq

    13.898,38
    -255,64 (-1,81%)
     
  • Nikkei 225

    27.522,26
    -250,67 (-0,90%)
     
  • Petrolio

    85,06
    -0,49 (-0,57%)
     
  • BTC-EUR

    33.758,19
    -4.500,71 (-11,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    901,09
    +658,41 (+271,31%)
     
  • Oro

    1.832,00
    -10,60 (-0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,1347
    +0,0030 (+0,26%)
     
  • S&P 500

    4.427,39
    -55,34 (-1,23%)
     
  • HANG SENG

    24.965,55
    +13,20 (+0,05%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,56
    -70,05 (-1,63%)
     
  • EUR/GBP

    0,8364
    +0,0047 (+0,57%)
     
  • EUR/CHF

    1,0336
    -0,0038 (-0,37%)
     
  • EUR/CAD

    1,4251
    +0,0111 (+0,79%)
     

Scuola, si punta a evitare la Dad: Giannelli pensa a tamponi tempestivi e immediato tracciamento

·1 minuto per la lettura
Scuola, Presidi chiedono di usare l'esercito per effettuare tamponi tempestivi sugli alunni
Scuola, Presidi chiedono di usare l'esercito per effettuare tamponi tempestivi sugli alunni

Il mondo della scuola italiana vuole evitare a tutti i costi un possibile ritorno alla didattica a distanza, ossia alla contestatissima DAD. Per questo motivo, i vertici istituzionali del mondo dell’Istruzione e non solo stanno cercando di lavorare a possibili soluzioni che consentano di evitare il ritorno alla didattica a distanza e dunque che consentano di continuare a proseguire con la didattica in presenza.

Antonello Giannelli ha proposto un’interessante possibile soluzione per ridurre il ricorso alla DAD, ecco di che si tratta.

Scuola, presidi contro il ritorno alla DAD: la proposta di Giannelli

Antonello Giannelli, Presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, ha lanciato un grido dall’allarme riguardo il possibile ritorno delle classi scolastiche alla didattica a distanza e per questo motivo ha proposto una possibile soluzione che potrebbe contribuire ad arginare il problema, ecco le sue dichiarazioni rilasciate a Il Sole 24 Ore:

“Per ridurre il ricorso alla DAD, l’esercito e il generale Figliuolo dovranno essere subito operativi e risolvere due questioni su cui, finora, moltissime Asl hanno fallito o non sono riuscite fino in fondo”.

Scuola, Giannelli contro la DAD: le questioni da risolvere

Antonello Giannelli, intervistato da Il Sole 24 ore, ha parlato di quali sono secondo lui le due questioni che l’esercito e Figliuolo dovrebbero fronteggiare, ecco le sue dichiarazioni a riguardo:

Primo: garantire un testing tempestivo“.

E ancora:

Secondo: in caso di contagio, far partire all’istante il tracciamento che permette l’individuzione dei contatti del positivo”.

Infine ha aggiunto una precisazione:

“Se non si migliora qui, qualsiasi protocollo per gestire il Covid nelle scuole, salvando le lezioni in presenza, è destinato a rimanere inattuato ed è impensabile che sui presidi ricadano anche le inadempienze dei dipartimenti di prevenzione”.

Scuola, Giannelli su DAD e vaccinazioni: le sue dichiarazioni

Nel corso dell’intervista rilasciata a Il Sole 24 ore, Antonello Giannelli si è espresso anche in merito alla delicata questione della vaccinazione dei giovanissimi:

“Stiamo entrando nei mesi invernali e i contagi, purtroppo, sono in risalita, anche tra i giovani tra i 5 e gli 11 anni, non vaccinati. I sieri dunque proteggono. Auspico campagne di comunicazione a tappeto sui benefici dei vaccini”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli