Italia markets closed
  • FTSE MIB

    21.354,65
    +60,79 (+0,29%)
     
  • Dow Jones

    31.097,26
    +321,83 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    11.127,84
    +99,11 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    25.935,62
    -457,42 (-1,73%)
     
  • Petrolio

    108,46
    +2,70 (+2,55%)
     
  • BTC-EUR

    18.309,16
    -259,35 (-1,40%)
     
  • CMC Crypto 200

    420,84
    +0,70 (+0,17%)
     
  • Oro

    1.812,90
    +5,60 (+0,31%)
     
  • EUR/USD

    1,0426
    -0,0057 (-0,54%)
     
  • S&P 500

    3.825,33
    +39,95 (+1,06%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.448,31
    -6,55 (-0,19%)
     
  • EUR/GBP

    0,8623
    +0,0016 (+0,19%)
     
  • EUR/CHF

    1,0002
    -0,0005 (-0,05%)
     
  • EUR/CAD

    1,3434
    -0,0056 (-0,42%)
     

Secondo gli ultimi dati ufficiali la popolazione dell'Unione Europea sta diminuendo

Secondo il rapporto annuale Demography of Europe di Eurostat pubblicato giovedì, il numero di persone che vivono nel blocco di 27 paesi è diminuito di 278.000 nei 12 mesi fino al 1 gennaio 2021, per raggiungere 447,2 milioni.

Il calo della popolazione arriva dopo quasi due decenni di crescita. Nel 2001 c'erano 429 milioni di persone in tutta l'Unione.

Il cambiamento naturale della popolazione - la differenza tra individui nati e decessi - è crollato nel 2020 a -2,5. Ciò è probabilmente dovuto al COVID-19 poiché la pandemia finora ha ufficialmente causato la morte di circa 1,09 milioni di persone in tutta l'UE.

Ma il cambiamento naturale della popolazione nell'Unione è stato in realtà negativo dal 2012 poiché sono nati meno bambini vivi – il tasso è passato da 10,2 nati vivi per 1.000 abitanti nel 2001 a 9,1 – mentre il tasso di mortalità è aumentato nello stesso periodo.

Le persone di età superiore ai 65 anni costituiscono ora un quinto della popolazione del blocco, mentre il numero di persone di età pari o superiore a 80 anni è raddoppiato negli ultimi due decenni dal 3% nel 2001 al 6%. Nel frattempo, il numero di persone sotto l'età è diminuito dal 23% nel 2001 al 20% nel 2021.

I dati di Eurostat rivelano inoltre che le donne sono circa il 5% in più rispetto agli uomini e che il rapporto è particolarmente distorto nei Paesi baltici. La popolazione femminile in Lettonia, Lituania ed Estonia è rispettivamente del 16%, 13% e 10% rispetto a quella maschile.

Ci sono, tuttavia, Stati membri che contano più uomini che donne. Questi sono Malta, Lussemburgo, Svezia e Slovenia.

Anche le donne vivono in media 5,6 anni in più rispetto agli uomini. I dati provvisori per il 2021 stimano l'aspettativa di vita alla nascita a 82,8 anni per le donne e 77,2 anni per gli uomini.

Guardate il nostro rapporto video qui sopra per saperne di più.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli