La seduta di Wall Street si chiude con il segno più, indicazioni contrastanti dai dati macro

QUOTAZIONI CORRELATE

SimboloPrezzoVariazione
^NDX3.534,53+1,45

Grazie al cessate il fuoco nella striscia di Gaza gli indici statunitensi chiudono la seduta pre-Ringraziamento in territorio positivo. Il Dow Jones si è fermato a 12.836,89 punti, lo 0,38% in più rispetto al dato precedente, lo S&P è salito dello 0,23% a 1.391,03 e il Nasdaq (Nasdaq: ^NDX - notizie) grazie a un +0,34% si è portato a 2.926,55. Particolarmente ricca di dati l’agenda macro: meglio del previsto il superindice, salito a ottobre dello 0,2% m/m, e l’indicatore che misura la fiducia dei direttori degli acquisti del manifatturiero (Pmi), passato nel mese in corso da 51 a 52,4 punti. In linea con le stime il calo da 451 a 410 mila messo a segno dalle nuove richieste di sussidio mentre indicazioni deludenti sono arrivate dalla fiducia dei consumatori misurata dall’Università del Michigan, scesa a novembre dagli 84,9 punti del dato preliminare a 82,7 punti. Tra le società che hanno presentato i conti spicca il +8,83% di Salesforce.com che nel terzo trimestre ha riportato una crescita dei ricavi del 35% a 788 milioni di dollari. Lettera invece su Deere & Company (Dusseldorf: 924235.DU - notizie) (-3,67%) che ha deluso le attese per quanto riguarda la crescita degli utili. Il day-after la presentazione dei conti rimbalzo per Hewlett-Packard, che dopo il -11,95% precedente ha chiuso con un +1,96%, e nuovo calo per Best Buy (Dusseldorf: 912551.DU - notizie) (-3,26%) penalizzata dal taglio del merito di credito da parte dell´agenzia Fitch (da “BB+” a "BB-").

Scopri le nostre fonti: clicca sul logo per leggere tutti gli articoli dei provider e trova il tuo preferito