Italia markets open in 8 hours 6 minutes

Segnali di speranza su calo contagi, Borse in forte rialzo

Fabrizio Arnhold
Segnali di speranza su calo contagi, Borse in forte rialzo

I segnali di rallentamento del contagio in Italia danno fiducia agli operatori. In Europa partenza tonica dei listini, con occhi puntati sull’Eurogruppo di domani. La riunione Opec+ slitta a giovedì, nell'attesa il petrolio tenta di rafforzarsi  

Inizio di settimana all’insegna dei rialzi. Le Borse europee aprono in deciso rialzo, con Piazza Affari che segna +3,59%, Francoforte +4,12%, Parigi +3,44% e Londra +2,95%, nonostante il premier, Boris Johnson sia stato ricoverato. Positivi anche i future di Wall Street, dopo che l’amministrazione Usa ha messo in evidenza segnali di stabilizzazione del contagio. 

L’OTTIMISMO DEGLI OPERATORI 

Più ottimismo tra gli investitori anche a seguito dei dati sui contagi da coronavirus in Italia, ieri per la prima volta in lieve calo, con l’Istituto superiore di Sanità che ha iniziato a considerare il possibile passaggio alla “fase 2”. Sale l’attesa anche per la riunione dell’Eurogruppo di domani che dovrà dare risposte alla crisi. Tra le proposte su cui si discute ci sono sempre gli Eurobond, o comunque uno strumento che garantisca un accesso al debito più equo per tutti i Paesi Ue.

CONTINUA IL RECUPERO DEL PETROLIO

La riunione tra i Paesi Opec, prevista per oggi, è slittata a giovedì prossimo. Le prospettive restano però positive e il petrolio cerca la spinta per continuare la risalita. Settimana scorsa, infatti, il greggio è risalto di oltre il 30% nelle quotazioni, facendo comunque segnare cali di oltre il 50% nel 2020. Il presidente Donald Trump e Vladimir Putin hanno lasciato intendere che l’intesa è possibile. Russia e Arabia Saudita sarebbero molto vicine a un accordo sui tagli della produzione, e questo sarebbe molto apprezzato dai mercati. 

Coronavirus, quanto sarà forte l’impatto sul Pil Usa?

Coronavirus, quanto sarà forte l’impatto sul Pil Usa?

IN RIALZO ANCHE LE BORSE ASIATICHE

I listini asiatici sono rimbalzati, dopo alcuni segnali positivi di rallentamento della pandemia. Il mercato cinese, invece, è chiuso per festività. Tokyo ha chiuso in netto rialzo (+4,24%), nonostante il Giappone dovrebbe a breve annunciare lo stato di emergenza a fronte dell’aumento di contagi da Covid-19. Soprattutto a Tokyo, dove i casi di coronavirus sono in costante crescita.