Italia markets close in 6 hours 17 minutes
  • FTSE MIB

    21.875,02
    -226,21 (-1,02%)
     
  • Dow Jones

    30.946,99
    -491,31 (-1,56%)
     
  • Nasdaq

    11.181,54
    -343,06 (-2,98%)
     
  • Nikkei 225

    26.804,60
    -244,87 (-0,91%)
     
  • Petrolio

    111,68
    -0,08 (-0,07%)
     
  • BTC-EUR

    19.059,62
    -1.193,12 (-5,89%)
     
  • CMC Crypto 200

    434,16
    -15,90 (-3,53%)
     
  • Oro

    1.817,20
    -4,00 (-0,22%)
     
  • EUR/USD

    1,0531
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    3.821,55
    -78,56 (-2,01%)
     
  • HANG SENG

    21.996,89
    -422,08 (-1,88%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.518,38
    -30,91 (-0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8638
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0039
    -0,0077 (-0,76%)
     
  • EUR/CAD

    1,3550
    -0,0073 (-0,53%)
     

Borsa Milano, oggi segno più per Piazza Affari: bene banche e utilities

(Adnkronos) - Chiusura di settimana di poco sopra la parità, e nei pressi dei minimi intraday, per la borsa di Milano. Il ritracciamento della seconda parte è riconducibile alle dichiarazioni di Jerome Powell che, se mai ce ne fosse bisogno, ha ribadito che la banca centrale Usa è totalmente concentrata sulla lotta all’inflazione.

Sempre per quanto riguarda le banche centrali, il focus degli operatori è rivolto ai dettagli sul nuovo scudo anti-spread che dovrebbe essere messo in campo dalla Bce. A caratterizzare l’ultima seduta della settimana sono state anche le scadenze tecniche di future e opzioni su indici e azioni (il cosiddetto “giorno delle quattro streghe”).

Sul Ftse MIb, che ha chiuso in aumento dello 0,29% a 21.788,87 punti, spiccano in particolare le performance messe a segno dalle azioni maggiormente penalizzate dal recente balzo dei rendimenti: banche e aziende di pubblica utilità.

Tra le prime spicca il +2,61% di Banco Bpm, il +0,59% di Intesa Sanpaolo ed il +0,51% di UniCredit mentre nel comparto delle utilities segnaliamo il 4% di Italgas, il +3,47% di A2A ed il 1,21% messo a segno da Hera.

Performance positiva anche per Enel (+0,78%) che ha firmato gli accordi relativi alla cessione dell'intera partecipazione nel capitale sociale di PJSC Enel Russia per un corrispettivo totale di 137 milioni di euro.

Le due performance migliori del Ftse Mib sono state registrata da Nexi (+5,63%), che ha annunciato l’accordo con Intesa Sanpaolo per l'acquisto dell'attività di “merchant acquiring” in Croazia, e Pirelli (+5,21%), che ha capitalizzato le indicazioni positive arrivate da Michelin e da Nokian Tyres.

Tonfo invece per Eni (-4,73%), penalizzata dal calo di quasi 5 punti percentuali a 111,4 dollari messo a segno dal future sul petrolio Brent.

Per quanto riguarda il comparto dei titoli di Stato, il Ministero dell’economia ha comunicato che il tasso cedolare annuo minimo garantito della diciassettesima emissione del Btp Italia, al via da lunedì 20 giugno, è stato fissato all’1,6% (premio fedeltà all’1%).

Oggi il rendimento del Btp a 10 anni è sceso al 3,7% mentre lo spread Btp-Bund grazie ad un rosso di oltre 7 punti percentuali si è riportato a 200 punti base. (In collaborazione con Money.it)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli