Italia markets closed
  • Dow Jones

    35.753,52
    +76,50 (+0,21%)
     
  • Nasdaq

    15.232,47
    +142,27 (+0,94%)
     
  • Nikkei 225

    28.600,41
    -204,44 (-0,71%)
     
  • EUR/USD

    1,1620
    -0,0026 (-0,22%)
     
  • BTC-EUR

    54.157,48
    +2.120,10 (+4,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.505,91
    +1.263,23 (+520,54%)
     
  • HANG SENG

    26.132,03
    +5,10 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.567,82
    +22,92 (+0,50%)
     

Sentiment economico zona euro cresce a settembre malgrado attese di calo

·2 minuto per la lettura
Banconota da 20 euro

BRUXELLES (Reuters) - Il sentiment economico della zona euro è leggermente migliorato a settembre dopo il calo fatto segnare ad agosto, sostenuto dall'ottimismo dei consumatori e del settore dell'industria e delle costruzioni, mentre le aspettative di inflazione hanno continuato a crescere sia tra i produttori che tra i consumatori.

L'indicatore del sentiment economico della Commissione europea è cresciuto a 117,8 a settembre, dai 117,6 di agosto, rimanendo ancora al di sotto del record storico di 119,0 toccato a luglio.

Gli economisti intervistati da Reuters si erano attesi un calo dell'indicatore a 116,9 viste le aspettative di un indebolimento di industria e servizi.

Ma i dati della Commissione hanno mostrato che il sentiment nell'industria è cresciuto dai 13,8 di agosto, toccando quota 14,1. In calo invece il sentiment dei servizi, che scende a 15,1 da 16,8.

Anche i consumatori sono diventati più ottimisti, con un risultato di -4,0 in crescita dai -5,3 di agosto, mentre nel settore delle costruzioni l'indicatore è salito a quota 7,5 dai 5,5 precedenti, aiutando a controbilanciare il calo del settore delle vendite al dettaglio, il cui dato è sceso da 4,6 a 1,3.

Il rimbalzo economico dopo la pandemia e i prezzi dell'energia in rapido aumento hanno anche portato a maggiori aspettative di inflazione tra consumatori e produttori.

Le aspettative dei prezzi di vendita dei produttori sono salite a 38,2 punti, il massimo mai toccato da quando si è iniziato a calcolare l'indicatore nel 2000, mentre le attese di inflazione dei consumatori sono salite da 31,1 a 33,1 punti, avvicinandosi a piccoli passi ai massimi storici di 38,7 toccati nell'agosto 2001.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli