Italia markets open in 1 hour 15 minutes
  • Dow Jones

    33.677,27
    -68,13 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    13.996,10
    +146,10 (+1,05%)
     
  • Nikkei 225

    29.650,67
    +111,97 (+0,38%)
     
  • EUR/USD

    1,1965
    +0,0010 (+0,08%)
     
  • BTC-EUR

    53.864,86
    +3.027,35 (+5,95%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.390,96
    +96,97 (+7,49%)
     
  • HANG SENG

    28.906,08
    +408,83 (+1,43%)
     
  • S&P 500

    4.141,59
    +13,60 (+0,33%)
     

Seri Industrial, accordo pluriennale con Unilever per newco con controllata Seri Plast

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Seri Plast, controllata di Seri Industrial, ha sottoscritto un accordo pluriennale, industriale e commerciale con Unilever che consentirà lo sviluppo del business della divisione materie plastiche del gruppo, nell'ottica dell'economia circolare.

L'accordo prevede la costituzione di una newco paritetica e la riconversione industriale dello stabilimento di Pozzilli (Isernia), attualmente di proprietà Unilever, e il reimpiego di tutto il personale attualmente operativo nel sito, dice una nota.

L'investimento stimato è di circa 75 milioni di euro.

L'accordo prevede l'impegno a sottoscrivere un contratto relativo alla fornitura di prodotti dello stabilimento di Pozzilli dalla newco a Unilever e la possibilità per Seri Plast di incrementare la sua quota nella joint-venture.

Nel sito verrà installato un impianto altamente innovativo, con una capacità produttiva stimata di circa 130.000 tonnellate, per la produzione di materie prime plastiche dal recupero di imballaggi post consumo, nel pieno rispetto delle recenti direttive comunitarie e italiane, garantendo il passaggio da un modello di consumo lineare a un modello completamente circolare.

L'accordo è coerente con gli obiettivi di sostenibilità di Unilever, che ha destinato circa 1 miliardo al progetto globale 'Clean Future' che prevede, tra gli altri, il dimezzamento dell'uso di plastica vergine entro il 2025 per i propri imballaggi.

Gli abbonati possono leggere il comunicato integrale cliccando

(Gianluca Semeraro, in redazione a Milano Sabina Suzzi)