Italia markets closed
  • FTSE MIB

    25.218,16
    -495,44 (-1,93%)
     
  • Dow Jones

    33.290,08
    -533,37 (-1,58%)
     
  • Nasdaq

    14.030,38
    -130,97 (-0,92%)
     
  • Nikkei 225

    28.964,08
    -54,25 (-0,19%)
     
  • Petrolio

    71,50
    +0,46 (+0,65%)
     
  • BTC-EUR

    29.873,09
    -477,98 (-1,57%)
     
  • CMC Crypto 200

    888,52
    -51,42 (-5,47%)
     
  • Oro

    1.763,90
    -10,90 (-0,61%)
     
  • EUR/USD

    1,1865
    -0,0045 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.166,45
    -55,41 (-1,31%)
     
  • HANG SENG

    28.801,27
    +242,68 (+0,85%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.083,37
    -74,77 (-1,80%)
     
  • EUR/GBP

    0,8590
    +0,0041 (+0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0935
    +0,0016 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4786
    +0,0075 (+0,51%)
     

Settimana ricca di interventi della Fed, Wall Street col fiato sospeso

·1 minuto per la lettura
Settimana ricca di interventi della Fed, Wall Street col fiato sospeso
Settimana ricca di interventi della Fed, Wall Street col fiato sospeso

In programma una dozzina di interventi pubblici di esponenti Fed, mercoledì la pubblicazione dei verbali dell'ultima riunione: focus su inflazione e occupazione

Nella terza settimana di maggio sono in calendario ben una dozzina di interventi pubblici di esponenti della Federal Reserve. Si comincia oggi con il Vice Chairman Richard Clarida e si chiude venerdì quando in una sola giornata parlano i governatori di Dallas, Atlanta e Richmond, tutti allo stesso evento, e separatamente anche la presidente della banca centrale di San Francisco Mary Daly.

VERBALI IN ARRIVO

Il tutto sarà condito mercoledì dalla pubblicazione dei verbali dell’ultima riunione presieduta da Jay Powell ad aprile. Ai ‘Fed watchers’ non mancherà il lavoro e a Wall Street non mancheranno gli spunti per decidere se andare avanti con il rimbalzo di venerdì 14, soprattutto per il Nasdaq, o tornare indietro e magari ritestare i minimi dell’anno che a marzo avevano spinto i tecnologici americani a fare una puntatina in territorio correzione, come si vede nella chart qui sotto, che mostra invece la leadership del Dow Jones, più affollato di titoli ciclici.

Fonte: Factset, dati alla chiusura del 14 maggio
Fonte: Factset, dati alla chiusura del 14 maggio

Fonte: Factset, dati alla chiusura del 14 maggio

IL NODO OCCUPAZIONE

I dati macro usciti finora dovrebbero dare una mano a sostenere la tesi di Powell, secondo cui l’inflazione non deve preoccupare anche se strappa violentemente, come ha fatto ad aprile, perché sul versante che preme di più alla Fed, vale a dire l’occupazione, siamo decisamente indietro. Ad aprile sono stati creati molto meno posti delle attese e l’ultimo dato settimanale sulle richieste di sussidi di disoccupazione, pure se sceso sensibilmente, continua a viaggiare più o meno al doppio dei livelli pre-covid.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli