Italia Markets closed

Shopping online, ora Firefox compara i prezzi per te

Si chiama Price Wise e al momento viene testato, come detto, negli USA “giusto in tempo per lo shopping natalizio” come evidenzia l’azienda.

Per ora funziona solo per gli utenti americani, ma dovesse dimostrarsi funzionale verrà allargato anche ad altri Paesi, Italia compresa. E’ il nuovo plugin di Firefox che permette di confrontare i prezzi dei prodotti sui più importanti e utilizzati siti di ecommerce. Insomma, una funzione che fa risparmiare soldi, ma anche tempo, a chi vuole fare shopping online.

Si chiama Price Wise e al momento viene testato, come detto, negli USA “giusto in tempo per lo shopping natalizio” come evidenzia l’azienda. Ma cosa è e come funziona esattamente? “Lo shopping online è più popolare che mai, ma è spesso difficile sapere quando comprare per ottenere l’offerta migliore. Con Firefox Price Wise, puoi aggiungere prodotti all’elenco e ricevere automaticamente una notifica sul desktop ogni volta che il prezzo diminuisce. Gli utenti possono persino fare clic direttamente dal loro elenco per acquistare non appena il prezzo cambia, rendendo lo shopping online più conveniente ed efficiente. La funzione è attualmente disponibile solo negli Stati Uniti e funziona con i prodotti di cinque principali rivenditori: Best Buy, eBay, Amazon, Walmart e The Home Depot. Questo elenco di rivenditori era tra i 10 visitati dagli utenti di Firefox e stiamo lavorando per espanderci a più rivenditori in futuro” scrive Mozilla sul suo sito americano.

Non certo una novità, ci sono diversi siti che già comparano i prezzi. Cosa ha di speciale, dunque, Price Wise? Da un lato il fatto che controlli in tempo reale i prezzi, avvisando quando c’è un risparmio, ma soprattutto Firefox promette di garantire la privacy ai propri utenti. “I dati non verranno condivisi con le piattaforme di e-commerce né con altri soggetti e rimarranno solo sul dispositivo dell’utente. I software esistenti con le stesse funzioni tracciano gli utenti e sono spesso gestiti da inserzionisti e social network che cercano di saperne di più su di te”. Firefox vorrebbe invece che gli utenti facessero “un buon affare senza ricevere un trattamento ingiusto”.

Potrebbe anche interessarti:

Black Friday, cosa è e come funziona

Amazon sceglie due città per il nuovo quartier generale: New York City e Arlington in Virginia

Apple rinnova il MacOs, ecco le novità