Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.917,72
    +156,67 (+0,46%)
     
  • Nasdaq

    13.094,16
    +46,97 (+0,36%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    88,36
    -3,73 (-4,05%)
     
  • BTC-EUR

    23.787,66
    -451,05 (-1,86%)
     
  • CMC Crypto 200

    575,36
    -15,40 (-2,61%)
     
  • Oro

    1.794,80
    -20,70 (-1,14%)
     
  • EUR/USD

    1,0177
    -0,0080 (-0,78%)
     
  • S&P 500

    4.292,30
    +12,15 (+0,28%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.789,62
    +12,81 (+0,34%)
     
  • EUR/GBP

    0,8423
    -0,0033 (-0,39%)
     
  • EUR/CHF

    0,9617
    -0,0037 (-0,39%)
     
  • EUR/CAD

    1,3122
    +0,0020 (+0,15%)
     

Si stacca un enorme pezzo di ghiaccio dalla Marmolada: ci sono almeno 4 morti

crollo-marmolada-ghiaccio
crollo-marmolada-ghiaccio

Sono ore di grande apprensione queste per il Soccorso Alpino, impegnato da questo pomeriggio nelle ricerce di eventuali dispersi (o addirittura di vitime, ma ovviamente tutti sperano che non ce ne siano state) dopo il crollo di un grande pezzo di ghiaccio (in termine tecnico si chiama “seracco”) che si è staccato questo pomeriggio dal complesso della Marmolada.

Il distacco, secondo il Soccorso Alpino, si è verificato a quanto pare nei dintorni di Punta Rocca, lungo un itinerario parecchio battuto e conosciuto dagli appassionati di trekking e scalate per raggiungere la vetta.

Fin da subito Repubblica ha sottolineato che c’era il rischio che nel crollo avessero potuto perdere la vita alcune persone. Per verificare l’eventuale presenza di individui al di sotto di quel particolare fianco della montagna, sul posto dove è avvenuto l’evento geologico sono immediatamente stati dispiegati 5 elicotteri, che stanno sorvolando le montagne con la speranza che nessun essere umano sia rimasto coinvolto. Qui sotto il primo messaggio di una fonte ufficiale con il quale il Soccorso Alpino ha parlato dell’incidente di questo pomeriggio.

Il video del distacco

In attesa di avere aggiornamenti, sono apparsi online diversi video dove possiamo vedere il momento esatto in cui il seracco, che è una formazione di ghiaccio a forma di pinnacolo, si è staccato dalla montagna crollando a terra.

I video in questione sono stati caricati da Il Dolomiti e anche da alcuni utenti su Facebook e Twitter. Fin da subito, Il Dolomiti in particolare ha fatto riferimento a due cordate che si sarebbero trovate loro malgrado coinvolte nell’incidente.

Proprio ieri tra l’altro, avevamo assistito ad un nuovo triste record negativo per la Marmolada: nella giornata di sabato 2 luglio sul complesso era stato registrata la temperatura di 10 gradi in vetta, la più alta mai raggiunta in quel punto.

Qui sotto potete recuperare il video del momento in cui il pezzo di ghiaccio è collassato.

Il primo bilancio

Come riportato da Ansa, quando il crollo è avvenuto proprio al di sotto dal punto in cui il ghiaccio si è staccato c’erano effettivamente delle persone. Il primissimo bilancio di questa tragedia è di 15 persone coinvolte, e di 7 feriti. Attendiamo ulteriori aggiornamenti.

Ci sarebbero (almeno) quattro vittime

Stando alle informazioni trapelate online tramite Ultimora.net e Ansa come si temeva il bilancio del crollo è purtroppo tragico: la caduta della formazione di ghiaccio avrebbe causato la morte di almeno 4 persone. Per il momento, ogni condizionale è d’obbligo ma sembra che il bilancio sia destinato a peggiorare di ora in ora.

La dinamica dell’incidente: il presidente della Provincia Autonoma di Trento è sul posto

Le prime informazioni su quello che è successo agli scalatori impegnati in una cordata rivelatasi fatale sono state diffuse da AGI, che è entrato in contatto in esclusiva con alcuni soccorritori attivi in zona.

Il crollo del seracco avvenuto oggi sulla Marmolada ha coinvolto 15 persone ed è avvenuto nel tratto che da Pian dei Fiacconi porta a Punta Penia. Il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, si è messo in moto e sta raggiungendo Canazei, il luogo dove è stato allestito in queste ultime ore un punto operativo.

A quanto pare, una parte della calotta di Punta Rocca (già compromessa dalle alte temperature dei giorni scorsi) si è staccata causando una valanga mista a neve, roccia, detriti e ghiaccio che si è abbatuta sugli escursionisti. Purtroppo, visto il punto dove è avvenuto il crollo, le operazioni di soccorso si stanno rivelando molto difficili.

Le parole del Governatore Luca Zaia

Il Governatore della Regione Veneto ha pubblicato anche immagini, piuttosto impressionanti, scattate dagli elicotteri che stanno sorvolando la zona. Dalle foto si nota chiaramente la quantità di ghiaccio che si è staccata dalla montagna, travolgendo le vittime. Ecco le parole del politico:

Un grosso seracco in Marmolada é crollato e, secondo le prime informazione del Suem. Almeno 4 le vittime e una quindicina le persone coinvolte.
Il distacco sarebbe avvenuto nel tratto che porta da Pian dei Fiacconi a Punta Penia per la via normale alla vetta della Marmolada.

Sono state attivate tutte le stazioni del soccorso alpino che ha propri elicotteri e mezzi impiegati in zona. I feriti sono stati ricoverati negli ospedali di Belluno, Treviso, Trento e Bolzano. Proprio ieri sulla Marmolada é stato raggiunto il record delle temperature (10 gradi circa in vetta).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli